Quantcast

Linda Evangelista sfigurata: “Non posso più vivere con questa pena, voglio parlare”

Linda Evangelista è rimasta sfigurata dopo un intervento di chirurgia estetica (intervento di rimozione del tessuto adiposo, vale a dire criolipolisi) andato male. In un’intervista rilasciata qualche settimana fa a People, la 56enne top model ed ex sex symbol della moda internazionale ha parlato del dolore sia fisico che emotivo a cui è andata incontro in questi anni.

Linda Evangelista – Foto: Instagram

“Mi piaceva sfilare – ha detto la supermodella Linda Evangelista – ora invece tremo al pensiero di incontrare qualcuno che conosco. Non posso più vivere in questo modo, nascondendomi e nella vergogna. Non posso più vivere con questa pena. Ora voglio parlare”.

Linda ha mostrato alcune foto del suo corpo sfigurato spiegando ciò che le è successo dopo il trattamento estetico. Tre mesi dopo ha cominciato a notare delle protuberanze lungo il collo, le cosce e all’altezza del reggiseno. Sporgenze che poi si sono irrigidite e diventate insensibili.

Nel 2026, dopo il trattamento di rimozione del tessuto adiposo, la modella decise di andare da un medico perché si stava riducendo alla fame nel tentativo di perdere peso. Fu allora che le fu diagnosticata una iperplasia adiposa paradossale, un effetto collaterale della criolipolisi che si manifesta nell’1% dei pazienti. Trattandosi di una procedura che rimuove il tessuto adiposo attraverso l’applicazione del freddo nel suo caso il metodo ha avuto l’effetto di far espandere e irrigidire il tessuto adiposo.

Infine nell’intervista ha spiegato che sta cercando di riconquistare la fiducia in sé stessa: “Perché sentiamo il bisogno di fare queste cose al nostro corpo? Ho sempre saputo che sarei invecchiata e so che il corpo va incontro a cambiamenti ma non avrei mai pensato di apparire così. Ho perso la mia identità e non mi riconosco più né fisicamente né come persona… è come se fosse scomparsa”.

I suoi numerosi followers e colleghe di rilievo internazionale hanno inviato messaggi di sostegno, affetto e incoraggiamento a Linda.