Quantcast

Lois, effetto plumage sull’abito tailleur

Lois punta molto sull’effetto plumage. Le piume si posano in tutta la loro leggerezza sull’abito tailleur. Sono da sempre considerate come gli elementi scenografici della storia dell’Haute Couture.

Volteggiano leggere nell’aria. In una danza eseguita al ritmo della brezza lieve. Stravaganti e impalpabili con i loro ciuffi circondano la vita del dress Lois. Un esempio di sartoria upcycling che utilizza la creatività del riuso. Un abito composto da un blazer anni ’80 tinto a spruzzo, un jeans trattato, e impreziosito da una svolazzante cascata di piume.

La visione di Lois

Lois è la sartoria-à-porter che grazie al sapiente utilizzo dell’uso e del riuso, vuole essere un manifesto per sostenere l’eliminazione del surplus di produzioni industriali e la conseguente “discarica” di materiale inutilizzato che si accumula grazie ad un consumismo selvaggio. L’idea di Matilde Di Pumpo, direttore creativo e founder, è quella di sensibilizzare il mondo della moda all’upcycling, una nuova modalità per creare da quello che si ha a disposizione, guardandosi attorno con curiosità e inventiva, tutto può avere una seconda possibilità ed una nuova vita diversa anche dalla prima.