Quantcast

Lory Del Santo dopo il GF Vip 3: “Ora sono in una specie di limbo”

Lory Del Santo è tornata a raccontarsi nel salotto tv di Silvia Toffanin, dopo la sua esperienza al Grande Fratello Vip 3. La regista di The Lady ha aperto il suo cuore dopo la reclusione forzata nella Casa più spiata e famosa d’Italia.

Per lei, il GF Vip 3 è stato come una terapia. “La morte deve essere un punto per poi riuscire ad andare avanti – ha detto la vincitrice della terza edizione dell’Isola dei famosi -, perché questa vita vale la pena di essere vissuta”. Parlando della tragica scomparsa del figlio minore Loren, Lory Del Santo ha rivelato: “Ho cercato più volte di non pensare a quello che mi è accaduto, costringendomi a pensare ad altro. Ora sono in una specie di limbo e cercherò di starci ancora per un po’”.

L’ex concorrente del GF Vip 3 ha spiegato: “Questo percorso è stato incredibile, una vera terapia, perché ero costretta a vivere con tante persone e affrontarle tutti i giorni. È stato un momento fondamentale e se non fossi andata lì, avrei avuto tante difficoltà. Non mi pento di nulla. È stata una lotta apparire sempre perfetta e carina. Non volevo assolutamente condizionare nessuno, magari rattristando i miei compagni, al contrario, volevo mostrare un lato di me comico e spiritoso”.

Lory non ha mai pensato di abbandonare la casa: “Uscire sarebbe stata una grande sconfitta. Sono molto determinata. Se mi pongo un obiettivo cerco di raggiungerlo. A volte si perde nella vita, ma non siamo noi a deciderlo. Quando però dipende da me, se dico una cosa, non importa quanto devo soffrire vado fino in fondo. È il mio carattere”.

Ripercorrendo i suoi giorni al GF Vip ha poi raccontato: “Sono entrata sperando di essere me stessa e soprattutto sperando di poter essere un piccolo esempio, trasmettendo il messaggio che ce la si può fare. La morte deve essere un punto per poi riuscire ad andare avanti, perché questa vita vale la pena di essere vissuta. Bisogna partire dalle piccole cose, perché da queste si può ricostruire la felicità”.

Al suo fianco c’era e c’è ancora oggi il suo compagno Marco Cucolo.