Quantcast

Lory Del Santo sulla notte magica con Roberto Mancini: “Potevo scegliere tra lui e Vialli, sapevo che era solo per una volta”

Lory Del Santo è tornata a parlate della notte magica con l’allenatore della Nazionale italiana di calcio Roberto Mancini ai microfoni de I Lunatici su Rai Radio 2. All’epoca Mancini giocava nella Sampdoria. “Avevo due possibilità. Potevo scegliere tra lui e Vialli – ha iniziato a raccontare Lory Del Santo -. Sapevo che era solo per una volta. Ero capitata per caso ad una cena, non mi ricordo neanche chi mi avesse invitato. Era finita tardi, non sapevo dove andare a dormire, quindi ero rimasta in questo posto. Avevo capito che tutti e due erano interessati a me, dovevo scegliere con chi dormire, poi la mattina sarei partita”.

Lory Del Santo – Foto: Instagram

La vincitrice dell’Isola dei famosi 3 ha affermato: “Ho scelto Mancini anche se Vialli era bellissimo, ma mi sembrava più playboy. Mancini mi sembrava più dolce, forse ho scelto l’uomo della sicurezza. Si è dimostrato un uomo di una dolcezza incredibile. Ha un suo mondo interiore particolare”.

Lory Del Santo ha parlato dei suoi numerosi corteggiatori: “Ci sono stati uomini che mi hanno offerto uno stipendio mensile per essere la loro fidanzata. Mi hanno detto se tu stai con me ogni mese ti do tot. Delle cifre enormi, che mi avrebbero sistemato per un po’ di tempo. Ma non ce l’ho fatta. Alcuni ci hanno provato a stare con me per avere visibilità e ci sono anche riusciti. Ne ero consapevole, ma ho pensato che questa persona mi piaceva, voleva visibilità, io gliel’ho data. Io sono consapevole dei meccanismi della vita, non mi sorprendo, basta capirli e decidere se ti va bene o no. Non si può aspettare l’amore puro, senza interessi. Che noia. A me è capitato, ho calcolato, la persona mi piaceva e io l’ho accettato. Voleva farsi vedere e io ho fatto di tutto affinché venisse visto. Con me ci hanno provato anche molte donne”.