Luca Argentero “Voglio un figlio da Myriam”

myriam-catania003

Presto lo vedremo al cinema, completamente nudo, nel film Cha Cha Cha, mentre per ora il bell’attore Luca Argentero, ha occhi solo per sua moglie Myriam Catania con la quale spera di costruire presto una famiglia “Da ragazzo sognavo di diventare campione di tennis” ha raccontato l’ex concorrente del Grande Fratello che si è fatto strada nel mondo del cinema “Ma a sedici anni il mio maestro, per fortuna, mi ha dato il consiglio giusto: ‘Lascia perdere’. Il sogno è arrivato a trentacinque anni con un mestiere che mi piace molto, un grande lusso. Ho una moglie che amo e che mi ama, e non vedo l’ora di diventare padre” ha confessato l’attore che recentemente è stato giudice ad Amici di Maria De Filippi insieme a Sabrina Ferilli e Gabry Ponte. Argentero ha poi parlato del suo rapporto a tratti burrascoso con la moglie Myriam e delle loro frequenti litigate a volte anche furiose “Se litigio significa discutere appassionatamente di qualcosa che ci sta a cuore, è essenziale” ha detto “Se una coppia è insieme da dieci anni e non discute, significa che ci si è già rotti le p***e. E questo non è il nostro caso”.

In quanto alla passione di certo fra i due non manca “Non [facciamo come i protagonisti ndr] di Cinquanta sfumature di grigio, che abbiamo letto entrambi” ha rivelato Argentero “L’ho trovato ripetitivo, ma interessante. All’ennesima performance con frustini e pinze, ho pensato: ‘Ma una volta normale, no?’ […]. Myriam e io non abbiamo bisogno di stimoli esterni. Siamo una coppia fresca, che si piace, e non ha bisogno di trucchi”.

E sempre sul suo rapporto con la Catania ha aggiunto “Abbiamo caratteri perennemente in frizione. Io non ho idea di che cosa voglia dire svegliarsi di malumore, anche se ho davanti una giornata faticosa o delle preoccupazioni. Lei invece tende a essere negativa e depressa, forse ha insicurezze che si porta dietro dall’infanzia, i suoi si sono separati quando era ancora piccola. Ma è una donna intelligente e ha tutti gli strumenti per superare certe paure da sola. Del resto viviamo una situazione invidiabile, abbiamo entrambi un lavoro, la casa: lamentarsi sarebbe poco rispettoso”.