Quantcast

Vladimir Luxuria derubata da 20 nomadi in metro

1565-vladimir_luxuria2

Tanta paura e rabbia per Vladimir Luxuria che è stata derubata nella metro di Milano qualche giorno fa da un gruppo di nomadi. Luxuria ha rivelato di essere stata aggredita quando era insieme alla sorella da un gruppo di 20 persone  “Undici del mattino, Milano. Io prendo spesso la metro a Milano, mi piace, funziona, non ero da sola ma ero con mia sorella, sono rimasta sorpresa nel vedere la parte della metro, dove c’è la biglietteria automatica, assediata da un gruppo di 20 nomadi che con gli occhi guardavano se avevi una borsa aperta, un portafogli o un telefonino. Ho fatto il biglietto e ho visto questa mano che prendeva i soldi del resto. Quando io gli ho chiesto “Ma cosa fai?”, lui mi ha risposto “Cosa vuoi da me!?”. Eravamo io e mia sorella contro 20 uomini, alcuni dall’aspetto anche molto aggressivo. Quindi, abbiamo lasciato stare”

Vladimir ha poi spiegato “Io sono in una situazione imbarazzante perché quando una persona è famosa è accusata di usare la propria popolarità per farsi giustizia. Infatti, sono rimasta sorpresa, non ho fatto denuncia e non l’ho detto ai giornalisti, eppure mi ha contattato un giornalista di Libero che già lo sapeva. Un suo amico, infatti, era stato testimone oculare della rapina”

Secondo Luxuria la situazione nella metro non è buona “Una persona dell’ATM è intervenuta ma c’è poco da fare. Sono tornata nella metro per vedere se le cose sono cambiate ma non è cambiato niente. Io non voglio specularci sopra, non credo sia una questione di amministrazione o di sindaci ma credo che sia un problema generale. Sulla sicurezza, bisogna vigilare tutti. La colpa non è del sindaco di una giunta o di un’altra. La sicurezza deve essere un valore di tutti”