Quantcast

M5S critica la Lega: “Salvini scelga tra cambiamento e Berlusconi”

M5S critica la Lega e chiama in causa il leader Matteo Salvini affinché scelga tra cambiamento e la restaurazione di Silvio Berlusconi. Il centrodestra si ricompatta in vista del secondo round di consultazioni con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Luigi Di Maio – Foto: Facebook

I vertici del Movimento 5 Stelle fanno sapere: “Salvini deve scegliere tra il cambiamento e il riportare indietro l’Italia con Berlusconi. Una mossa con cui oggi Salvini ha messo se stesso e tutto il centrodestra all’angolo”.

Il leader del Carroccio ha dichiarato che l’unico Governo possibile è quello del centrodestra unito insieme al Movimento Cinque Stelle.

Intanto il forzista più vicino al leader del Carroccio, il governatore ligure Giovanni Toti, ha aperto a un rapporto con Di Maio. “Votare adesso sarebbe scellerato – ha dichiarato a Circo Massimo, programma condotto da Massimo Giannini su Radio Capital – credo che in qualche modo si dovrà fare un governo che magari duri un anno o due, per sterilizzare anche le clausole di salvaguardia. Molto più improbabile la prospettiva di un governo politico che duri 5 anni – ha detto Toti -, con la buona volontà è possibile trovare un programma minimo di governo tra centrodestra e M5s”.

Ma un altro forzista, Antonio Tajani, non la pensa così. A Dalla vostra parte su Rete 4 ha posto il suo ‘veto’ sul leader grillino. “Per noi – ha affermato il presidente del Parlamento europeo – è inaccettabile una presidenza del Consiglio nelle mani di Luigi Di Maio. Credo che si debba partire dall’alleanza di centrodestra e trovare convergenze con altre forze politiche. Salvini dice con l’M5s. Vediamo se c’è qualche altra forza disponibile”.