Quanto è importante pulire i pennelli da trucco?

I pennelli sono elementi essenziali per un make-up d’eccellenza. Il problema è che quando i pennelli da trucco si sporcano di fard, terra, cipria e ombretto fomentano la formazione di batteri, microrganismi dannosi che vengono trasferiti dalle setole al viso o agli occhi.

Come pulire i pennelli per il trucco- foto pixabay.com

Lo sapevi che i pennelli da trucco vanno puliti? Ebbene si, devi stare attenta a questa procedura per evitare di ritrovarti con macchie, infezioni e irritazioni cutanee e un pennello che ha perso morbidezza e resistenza.

Come pulire i pennelli da trucco

Si tratta di un’operazione semplice che va ripetuta ciclicamente. I pennelli da make-up devono essere puliti al meglio per conservarli bene e usarli nella maniera corretta. Scopriamo come fare:

  • Acqua e shampoo – Si tratta di un metodo particolarmente indicato per i pennelli con setole naturali. Una sola goccia di shampoo e un po’ di acqua eliminano i batteri e restituiscono la normale funzionalità. Ma attenzione a non strofinarli troppo e a farli asciugare in un luogo chiuso e ben aerato per non alterarne la forma.
  • Latte detergente – Il prodotto detergente può essere declinato alla pulizia di ogni tipo di pennello da trucco. Come? Basta versare un po’ di latte detergente in una piccola ciotola e intingere i pennelli, facendo attenzione che il prodotto penetri in profondità. Una volta risciacquati in acqua tiepida, per non rovinare le setole, si devono far asciugare per bene.
  • Alcool – Possiamo dire che l’alcool pulisce più velocemente degli altri prodotti. Si tratta di un metodo studiato soprattutto per i pennelli piccoli usati per l’ombretto o il rossetto liquido. Basta riempire una piccola bacinella di alcool, intingere il pennello e, dopo qualche istante, passarlo su una salviettina per constatare se il processo è andato a buon fine.
  • Brush cleanser – In commercio esistono dei prodotti specificatamente formulati per la pulizia dei pennelli da trucco, utili soprattutto in mancanza di tempo: basta spruzzarli sulle setole del pennello e passarli su una velina.

Bene, qualunque metodo di pulizia dei pennelli da trucco dovessi scegliere, non dimenticare che è fondamentale farli asciugare alla perfezione per evitare che i residui di acqua si trasformino in terreno fertile per la proliferazione di batteri e germi.

È possibile accelerare i tempi di asciugatura semplicemente tamponando i pennelli da trucco con del cotone per eliminare l’acqua in eccesso. Ma attenzione! Durante l’asciugatura, è opportuno non disporre i pennelli in verticale perché questo consentirebbe all’acqua di filtrare fino a manico, provocando non solo processi di ossidazione e alterazione ma anche il discioglimento della colla che mantiene unite le setole.

Con che frequenza bisogna lavare i pennelli da trucco?

Si tratta di un’operazione che deve essere fatta frequentemente in base al livello di sporco accumulato nelle setole. Un pennello molto sporco, infatti, favorisce la proliferazione batterica e altera il colore del trucco. Ecco alcuni suggerimenti per pulire i pennelli da trucco in base alle loro setole:

  • Lavare i pennelli di setole naturali una volta alla settimana, anche se si tratta di quelli usati per prodotti in polvere (ombretti e terre).
  • Lavare i pennelli sintetici a giorni alterni, soprattutto se si tratta di pennelli usati per prodotti in crema e a base di acqua (rossetti, blush cremosi e eyeliner liquidi o in gel).
Myriam