Rossetto bordeaux: come scegliere la tonalità giusta

Il rossetto bordeaux è una valida alternativa al rosso che sta bene a tutte grazie alle sue nuance intense e corpose, un misto tra rosso e marrone che mette in risalto il colore dell’incarnato. Nonostante ciò è essenziale saper scegliere la tonalità di bordeaux giusta. Come?

Rossetto bordeaux – foto stylosophy.it

La tonalità di bordeaux tenente al mattone può completare ogni tipo di make-up sia in versione lipstick opaco che nelle varianti gloss extra lucido.

Tipi di rossetto bordeaux

Le case cosmetiche offrono un ampio ventaglio di proposte per riuscire a soddisfare qualsiasi tipo di incarnato e dar vita a make-up giorno o sera davvero perfetti:

  • Bordeaux rosso scuro – Possiede una texture coprente color rosso scuro capace di conferire pienezza e corposità alle labbra, perfetto per incarnati chiari e scuri e mettere in risalto lo sguardo.
  • Bordeaux classico – Si tratta di una nuance chic e raffinata che completa qualsiasi tipo di make-up.
  • Bordeaux vinaccia – I toni dono quelli dell’uva e del vino molto tendenti al marrone, un colore che si adatta a qualsiasi gradazione di incarnato.
  • Bordeaux scuro – La nuance è a metà strada tra il dark e il sensuale per labbra opache piene che ben si adattano a un make-up nude.
  • Bordeaux burgundy – La texture di questo rossetto bordeaux diventano viniliche e lucidissime, l’ideale per alleggerire il make-up.

Come scegliere la tonalità di bordeaux

Le sfumature di bordeaux mattone, vinaccia, prugna, viola possono valorizzare incarnato e make-up, ma è essenziale saper riconoscere la tonalità di giusta.

Ecco qualche consiglio utile per scegliere la tonalità di bordeaux!

  • Pelle – Basta guardare la pelle alla luce naturale per capire tono e sottotono, magari concentrando l’attenzione sulla parte interna del polso: se le vene appaiono verdi allora il sottotono è caldo mentre se le vene appaiono blu-viola allora il sottotono è freddo.
  • Capelli e occhi – La tonalità del rossetto bordeaux si lega a doppio filo con il colore di capelli e occhi per riuscire a valorizzare al meglio la bellezza naturale dl viso.
  • Carnagione scura – La carnagione scura richiede a gran voce il marrone, una nuance che sta bene a tutti i colori di capelli, fatta eccezione per i capelli neri.
  • Carnagione olivastra – La carnagione olivastra con sottotono caldo richiede un colore mattone con nuance calda e decisa che non assottiglia le labbra.
  • Carnagione chiara – La carnagione chiara con sottotono freddo vuole un colore che si avvicina al viola ed esclude il marrone e tutte le tonalità calde e decise.