Come scegliere il fondotinta giusto

Non importa quanti anni di trucco alle spalle si hanno. La scelta del fondotinta è sempre dubbia a causa dell’effetto desiderato e delle nuove linee di cosmetici. Una regola però vale su tutte: il fondotinta va usato tono su tono della pelle o di un tono più chiaro.

Qual è il fondotinta giusto?- foto pixabay.com

Come si valuta il colore della pelle? Sostanzialmente la nuance della pelle è dato dalla somma di sottotono (tinta dominante) e tonalità (concentrazione del colore), una combinazione che dà vita alla gradazione specifica della pelle. Un esempio? Se la pelle ha sottotono caldo (warm) e tonalità chiara (light) la gradazione è sicuramente Light Warm.

L’obiettivo  è quello di evitare un fondotinta più scuro per scurire quelle imperfezioni che in realtà si ha voglia di nascondere (macchie solari, rughe, pori dilatati e così via). Il colore deve essere quindi tono su tono!

Regola must a parte, il mercato offre una gamma di fondotinta fluidi, compatti e in crema. Diciamo che la scelta del fondotinta deve ricadere su quello che esalta il tipo di pelle: per pelli che si lucidano facilmente è meglio optare per prodotti leggeri e opacizzanti come fondotinta matt o minerale mentre per pelli che tendono alla disidratazione è preferibile usare prodotti cremosi e idratanti che si asciugano facilmente. Sbagliare il fondotinta significa sbagliare il trucco.

Come si fa a scegliere il colore giusto il fondotinta? Diciamo che va provato in una parte del corpo che non sia sempre esposta alla luce del sole e che si avvicini al colore dell’incarnato del volto come le mani o il polso.

Provare almeno 3 tonalità diverse lasciando uno spazio di pelle tra una prova e l’altra così da essere sicuri di scegliere  il fondotinta giusto. In questo modo si ha la possibilità di valutare la texture in quanto fondotinta troppo coprenti rischiano di valorizzare quei difetti che si vogliono nascondere. È preferibile optare per un prodotto più leggero che restituisca al viso un effetto naturale.

C’è da dire che ogni pelle riserva una propria unicità e il fondotinta non deve far altro che esaltarla in tutto il suo splendore. Scopriamo qualche consiglio utile:

  1. È possibile miscelare i colori del fondotinta per creare quello più adatto alla carnagione, creando la combinazione ideale (un fondotinta troppo scuro può accogliere una punta di fair o light mentre un prodotto troppo chiaro può arricchirsi di un pizzico di medium o tan);
  2. Il cambio stagionale impone un cambio del fondotinta per via del passaggio della pelle da pallida ad abbronzata.
  3. Il fondotinta va scelto sempre in base al vero colore della pelle, non quello che si vorrebbe avere perché il suo compito è quello di uniformare il colorito fondendosi con l’incarnato. Un fondotinta troppo chiaro o troppo scuro entrerebbe in contrasto evidente con il colore di collo, orecchie e mani.
Myriam