Quantcast

Maltempo: neve anche a Roma

Maltempo neve a Roma

Il maltempo continua a imperversare sulla nostra Penisola. Sono ormai giorni che neve e gelo hanno fatto la loro ricomparsa sulle strade italiane, creando non pochi disagi soprattutto alla viabilità. Nelle prossime ore sono previste delle abbondanti nevicate anche nel Lazio, soprattutto a Roma. Proprio nella notte sono caduti i primi fiocchi di neve che hanno imbiancato la Capitale. Il sindaco Alemanno ha deciso di sospendere tutte le lezioni scolastiche, anche se le scuole sono rimaste aperte. Una decisione contestata un pò da alcuni genitori, ma in questo caso la prudenza deve essere l’assoluta protagonista.

Ricordiamo tutti il diluvio che colpì Roma nel mese di ottobre mandando la città in tilt, lì Alemanno fu accusato di non esser stato troppo previdente, ora quindi si è preferito agire prima che le condizioni atmosferiche peggiorassero. E’ soprattutto nel nord ella Ciociaria che le nevicate sembrano essere molto abbondanti. La A1 Roma-Napoli è completamente ricoperta dal manto nevoso e qui è stato vietato il passaggio dei mezzi pesanti. Si invita tutti ad evitare di mettersi in viaggio per il centro Italia, il maltempo in questo weekend proseguirà e ovviamente i disagi per la circolazione continueranno ad esserci. Molti treni hanno subito dei forti ritardi, si è stati costretti anche a sopprimerne alcuni.

Queste condizioni atmosferiche di totale gelo e neve non si verificavano da circa 27 anni. E’ chiaro però come da quegli anni la situazione nella nostra Penisola non sia assolutamente cambiata. Quando il maltempo fa capolino in Italia, inevitabilmente il nostro Paese va in tilt. C’è troppa arretratezza soprattutto nelle infrastrutture e questo porta a disagi e a situazioni difficili da gestire. Bisogna quindi cercare di capire il perché non si riesca ad attivare un processo di rinnovamento dell’Italia, non è di certo possibile che ogni qual volta ci sia il maltempo ecco che vige lo stato di allerta o di emergenza. Questa situazione di gelo e neve proseguirà almeno fino a metà febbraio e i disagi continueranno notevolmente ad aumetare. Il settore dei trasporti in questi casi è il più penalizzato.