Quantcast

Mara Wilson di Matilda sei mitica fa coming out dopo la strage di Orlando

Mara Wilson di Matilda sei mitica ha fatto coming out su Twitter dopo la terribile e abominevole strage di Orlando. La 28enne attrice e drammaturga statunitense nonché vincitrice dello Young Artist Award ha dichiarato sul suo profilo Twitter di essere orgogliosamente bisessuale e ha condiviso una foto amarcord che la ritraeva all’interno di un locale gay: “Questa sono io in un club gay quando avevo 18 anni. Mi sento in imbarazzo a rivedere questa immagine oggi. Essere una ragazza eterosessuale quando chiaramente non lo ero… Mi sono sempre sentita la benvenuta lì”.

Mara Wilson - Foto: Twitter
Mara Wilson – Foto: Twitter

Il coming out di Mara Wilson ha diviso il popolo della Rete. C’è chi ha apprezzato il suo gesto di solidarietà, vicinanza e supporto alla comunità gay americana duramente colpita da questo barbaro e vergognoso attentato e chi l’ha accusata di sfruttare dolorosi fatti di cronaca per ottenere visibilità.

Mara Wilson ha poi raccontato sempre sul suo profilo Twitter: “La comunità lgbt mi ha fatto sentire sempre a casa. Soprattutto qualche anno dopo quando io, ehm, ho imparato qualcosa su me stessa”. L’attrice statunitense ha dichiarato di appartenere al livello 2 della scala Kinsey, un sistema di classificazione degli orientamenti sessuali nell’essere umano, ideato dal biologo e sessuologo statunitense Alfred Kinsey. Il livello 2 indica tendenze prevalentemente eterosessuali, ma con una forte componente omosessuale. “Conosco un po’ di persone che non amano la scala Kinsey – ha cinguettato Mara Wilson – Ma sono una tipa pragmatica e trovo conforto nei numeri”.

L’attrice di Thomas e la magica ferrovia e Cenerentola ha poi dichiarato sempre sul suo profilo social di aver ricevuto numerose testimonianze di affetto e diversi messaggi di supporto da parte di fan e non per il suo coming out, ma è convinta che ora ci siano moltissime altre cose, ben più importanti del suo orientamento sessuale, che richiedano un forte spirito di solidarietà.

Tante star del jet set internazionale hanno espresso parole di condanna ed esecrazione per la terribile strage avvenuta nella discoteca gay Pulse di Orlando che ha causato 49 vittime e oltre 50 feriti. La cantante italo-americana Stefani Joanne Angelina Germanotta, in arte Lady Gaga, ha guidato una veglia al City Hall per ricordare tutte le vittime della spaventosa e vergognosa strage. Lady Gaga visibilmente emozionata e commossa ha dichiarato durante il suo emozionante e toccante discorso: “Questo è un attacco a tutta l’umanità. Questo è un attacco contro tutti noi. Non permetterò che la mia rabbia e indignazione per questo attacco oscuri il nostro bisogno di onorare coloro che sono in lutto – ha proseguito -, veramente, per loro cari, membri perduti della comunità lgbt”.