Quantcast

Marco Columbro, dopo l’aneurisma è stato abbandonato dalla tv

Marco Columbro è stato uno dei conduttori più popolari e famosi di Mediaset negli anni Novanta. Il 65enne attore teatrale e presentatore televisivo aveva condotto tanti programmi Mediaset: da Paperissima a Buona Domenica fino a Trenta ore per la vita. Con la bellissima star tv Lorella Cuccarini aveva formato un sodalizio televisivo spettacolare. La sua vita lavorativa è stata purtroppo stravolta nel dicembre 2001 quando durante una visita al monastero tibetano Samteng Ling di Graglia era stato colpito da un aneurisma cerebrale, che l’aveva costretto in coma per un mese. Dopo la malattia aveva condotto Paperissima con Natalia Estrada, aveva poi partecipato alla situation comedy Ugo e nel 2003 aveva presentato con Lorella Cuccarini un’edizione di Scommettiamo che…?. Da quel momento è stato praticamente abbandonato dalla televisione ed è tornato a dedicarsi anima e corpo al teatro.

Marco Columbro - Foto: Spettacoli.leonardo.it
Marco Columbro – Foto: Spettacoli.leonardo.it

In una recente intervista rilasciata a Repubblica tv ha dichiarato: “Dopo il coma in tv sono morto, non mi chiama più nessuno (…). Ho vinto 13 Telegatti, sono passato da un giorno all’altro dall’essere un emerito sconosciuto ad avere l’ufficio stampa di Canale 5 che mi telefonava che mi diceva: Hai tre giornalisti che domani vengono a casa tua, poi hai un servizio fotografico da fare. Come un’onda che ti travolge e inizialmente ti monti la testa”.

Come mai Marco Columbro è finito nell’oblio televisivo? Come mai ha fatto la stessa fine di un ex gieffino o un ex tronista qualunque pur avendo una lunga e gloriosa carriera televisiva e teatrale alle spalle? E perché? A queste e ad altre domande, il noto conduttore tv ha risposto al settimanale di gossip Novella 2000.

“Non so cosa sia successo – ha dichiarato Marco Columbro -, perché non mi chiamano più. Non saprei darmi una risposta, e ho smesso di pormi questa domanda… La televisione è lo specchio della società… Penso che conduttori come Carlo Conti, Paolo Bonolis  siano validi, dei professionisti, ma non c’è cambio generazionale sono sempre gli stessi…”. Per quanto riguarda gli ex gieffini, ex naufraghi dell’Isola dei famosi, ex tronisti e via dicendo, lo storico conduttore tv non ha dubbi: “I personaggi dei reality sono meteore, premetto che io non guardo i reality, ma i concorrenti sono persone comuni senza nessuna preparazione artistica che cavalcano una piccola onda del successo per poi essere dimenticati”. Lui non parteciperebbe mai a un reality show e vorrebbe tornare sul piccolo schermo per condurre un varietà o una trasmissione innovativa che parli di ecologia, meditazione o prodotti biologici.

Noi facciamo un grosso in bocca al lupo a Marco Columbro e speriamo di poterlo vedere molto presto in tv!