Quantcast

Marco Mengoni descrive il suo nuovo album Atlantico

Marco Mengoni ha descritto il suo nuovo album Atlantico mediante uno showcase molto suggestivo e originale dalla stazione centrale di Milano, inaugurando così a suon di musica l’intensa maratona per il lancio del disco in uscita oggi con Sony Music.

Questo nuovo lavoro di Marco Mengoni ha 5 copertine per 5 special edition da collezione. Ognuna ha un titolo, una copertina e un booklet completamente diversi dalle altre e una bonus track esclusiva.

«Era giusto ripartire da quello che è un luogo di partenze per eccellenza – ha detto il vincitore di X Factor 3 ai giornalisti -, la stazione. Dopo tre anni intensi legati all’ultimo progetto sentivo di essere fisicamente scarico, avevo dato tutte le energie, e avevo il desiderio di ricaricarmi. Così ho fatto le valigie e sono partito. Ho fatto un sacco di viaggi, per la maggior parte “reali” ma anche mentali, psicologici. Ho staccato dalla quotidianità e sono andato incontro a culture e influenze diverse».

Il vincitore del Festival di Sanremo 2013 ha poi spiegato: «Durante questi spostamenti, ho analizzato tantissime cose di me e ho capito di avere bisogno di più lentezza. In alcuni casi ho lasciato che il tempo scorresse anziché fare una cosa che magari mi avrebbe fatto star bene. Ci vuole lentezza per ragionare su ciò che viviamo, ma anche velocità per vivere quello che abbiamo. Così mi sono costretto a stare da solo, ma anche per stare vicino a delle persone. Sono andato a ricercare il silenzio. Rimpianti no, cerco di non averne, è sbagliato».

Per la prima volta ha collaborato con altri artisti in un disco di inediti. In Hola canta con Tom Walker e c’è anche un cameo di Adriano Celentano in Atlantico.

Ora Mengoni sarà protagonista di Atlantico Fest, un evento di due giorni a Milano legato all’album e pieno di incontri, live e installazioni artistiche.