Quantcast

Marco Scorza si racconta a IGOSSIP.it: intervista allo stylist di Top – Tutto quanto fa tendenza

Marco Scorza si racconta in esclusiva per la prima volta al nostro sito IGOSSIP.it per un’intervista a 360° sulla sua carriera, sul mondo del fashion e tanto altro ancora. Nato a Cosenza il 30 gennaio del 1982, da sempre l’amore per il bello lo hanno portato ad interessarsi al mondo della moda ed è proprio per questo motivo che dopo alcune esperienze formative con stilisti calabresi, si è trasferito giovanissimo a Roma per seguire il suo sogno, quello di diventare un fashion stylist. Grazie al suo buon gusto, al suo passato da modello e alla creatività è riuscito fin da subito ad emergere nel mondo del fashion romano, ideando, organizzando e realizzando numerose campagne pubblicitarie, cataloghi di moda e redazionali, avviando importanti collaborazioni con diversi personaggi del mondo dello spettacolo. Dall’8 gennaio scorso Marco Scorza è nel cast del programma tv di Raiuno dedicato alla moda, al costume, alle tendenze e all’eccellenza del Made in Italy intitolato Top – Tutto quanto fa tendenza, che va in onda in seconda serata ogni sabato ed è condotto da Greta Mauro. Ora, però, è arrivato il momento di leggere la sua intervista. Buona lettura!

Marco Scorza
Marco Scorza per IGOSSIP.it – Foto: Sara Galimberti

Benvenuto Marco Scorza su IGOSSIP.it. Quando e come è iniziata la sua carriera di stylist?

La mia strada è iniziata diversi anni fa. Per diventare stylist, ho dovuto fare molto di più ovvero ideare e organizzare un intero servizio fotografico con una campionessa di scherma per poter in seguito provare a vendere quelle foto… foto che, a detta dei fotografi che le avevano scattate, erano sbagliate e non sarei mai riuscito nel mio intento… invece il giornale CHI le comprò e mi diede 4 pagine… tutto frutto della mia visione innovativa e del mio gusto.

Cosa pensa sia necessario per diventare un buon stylist?

In primis il gusto che ahimè è innato, ma la componente che mi ha permesso di diventare stylist è stata la tenacia.

Come descriverebbe il suo stile?

Non si può descrivere lo stile di uno stylist… di certo ogni stylist ha le sue preferenze, ma la bravura sta nell’adattare il suo stile, gusto e visione alle esigenze del cliente.

Marco Scorza per IGOSSIP.it – Foto: Sara Galimberti

Quando un outfit o look è volgare?

Sicuramente ci sono look che possono rientrare nella categoria del volgare, ma come dico sempre a dare l’anima al look è la persona che è in grado di interpretare quell’outfit, per cui il 90% lo fa la persona stessa.

Che cosa pensa del mondo della moda italiana?

È composto da grandi persone con un gusto tutto italiano, che è la caratteristica che ci contraddistingue e ci rende primi al mondo.

Ha qualche icona a cui si ispira?

Di certo ci sono persone che grazie al loro forte carattere sanno dare anche ispirazione, basti pensare a tutto il parterre delle artiste americane come Shakira piuttosto che Jennier Lopez che sanno indossare dal rock al romantico, rendendo unico quel look.

Marco Scorza per IGOSSIP.it – Foto: Sara Galimberti

Che cosa pensa del fenomeno dell’anoressia nel mondo della moda?

L’anoressia è una piaga sociale. Certo la moda è stata molto discussa. Resta il fatto che la modella ha un ruolo ben preciso nel sfoggiare un capo, privandolo della propria personalità al fine della vendita dello stesso. La modella non può essere una donna con troppe forme altrimenti si rischierebbe di spostare l’attenzione sulla modella stessa, una circostanza che la moda non vuole affatto proprio perché quel capo deve poter essere sognato su sé stesso.

I social network influenzano la sua carriera?

I social influenzano il mondo, ma non le carriere. Al massimo possono dare una mano in più. Basti pensare che il mio è un ruolo legato al dietro le quinte, ma oggi anche grazie ai social è diventato di primo piano per la forte attenzione che il pubblico riserva a questo lavoro e alla moda.

Come procede la sua esperienza televisiva a Top – Tutto quanto fa tendenza su Rai1?

È un’esperienza bellissima. Sono molto fortunato. Ogni sabato sera ho il privilegio di poter raccontare alla gente, attraverso i miei pensieri e opinioni, grandi icone che mediante il proprio stile hanno lasciato un segno… e tante volte quel segno è diventato un must nel mondo. Poi sono circondato da una squadra fantastica di tutte donne: da Greta Mauro, che ci guida tutti per mano e accompagna il pubblico nei nostri servizi di moda e tendenze, a me, Valeria Oppenheimer, Gloria Aura Bortolini ed Elisa Scheffler che cerchiamo di raccontare al meglio.

Che cosa si augura per il 2022 e quali sono i suoi progetti per il futuro?

Auguro a tutti sempre il meglio, visto il momento delicato che l’Italia e tutto il mondo sta passando. Per quanto mi riguarda, ormai appartengo anche un po’ al mondo dello spettacolo e come ogni artista che si rispetti devo essere scaramantico e dirvi solo guardatemi su Top – Tutto quanto fa tendenza e per rimanere aggiornati, seguitemi sui social!