Quantcast

Martina Colombari racconta i suoi segreti: dieta, sport e giornata tipo

Martina Colombari ha svelato alcuni segreti della sua splendida forma fisica durante un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. La moglie dell’ex calciatore Billy Costacurta ha spiegato: “Vedo sempre più donne che, come me, preferiscono un fisico un po’ mascolino. È un’estetica che piace più a noi donne, mentre l’ideale maschile credo continui a propendere, otto su dieci, per Monica Bellucci: ha un fisico burroso, dà l’idea tattile di sentirla accogliente sotto la mani. Non siamo da abbraccio, non siamo donne che invitano. Certi corpi alteri sono come una corazza. Poi, ognuna ha la sua storia. Io, al di là dei muscoli messi di recente, ho quell’aria lì da quando ho 16 anni: mi sono dovuta irrigidire diventando Miss Italia, poi modella e donna in carriera. Da subito – ha continuato Martina -, ho comunicato distanza e ne ho sofferto: le persone si fermano all’apparenza, tante volte mi sono sentita sola. Ma io sono più semplice e alla mano di come molti mi immaginano”.

Martina Colombari – Foto: Instagram

L’ex compagna di Alberto Tomba ha descritto la sua giornata tipo. “La corsa è diventata una droga0 – ha detto Martina – Esco ogni mattina alle 6.50, faccio dodici chilometri, amo correre da sola all’alba: in città, l’atmosfera è rarefatta, al mare, appena finisco, posso buttarmi in acqua ancora sudata. Non nuoto, ma faccio una lunga camminata per migliorare la circolazione. Dopo, ho più energia che se fossi stata a letto fino alle nove. Faccio sport sette giorni su sette. Tre volte corro, quattro ho un personal trainer. Lavoriamo sulla parte bassa o alta – ha continuato l’ex supermodella -, sull’aerobica o su forza e resistenza. Una volta a settimana facciamo yoga. E, siccome a 40 anni non ho bisogno di glutei che stiano su come a venti, alleno più spalle e braccia: le parti scoperte quando indosso un abito da sera”.

A che cosa rinuncia Martina Colombari? “Rinuncio ai latticini – ha asserito la splendida mamma vip -, ai formaggi. Ed evito la carne rossa: a forza di ridurla perché troppa fa male, non ne sopporto più il sapore. Preferisco cereali integrali, kamut, quinoa, e a ogni pasto li abbino a proteine, specie di origine vegetale, e a verdura e frutta. Prendo integratori, omega 3, vitamine. Insomma, mi curo, non ho più vent’anni. Però se mi offrissero il calendario Pirelli, lo farei anche stasera”.