Quantcast

Mate 30 e 30 Pro di Huawei senza app e servizi Google

Mate 30 e 30 Pro di Huawei senza app e servizi Google a causa del bando degli Usa. Lo riferisce il sito di Reuters che aggiunge che in assenza di uno sblocco delle contrattazioni con gli Stati Uniti, Huawei sarebbe costretta a vendere i nuovi telefoni solo in Cina e attendere il suo nuovo sistema operativo Harmony OS per i mercati internazionali.

Huawei – Foto: Pixabay.com

Reuters online ha rivelato che oltre 130 aziende statunitensi hanno chiesto la licenza al governo per poter commercializzare con Huawei, ma nessuna di queste è stata autorizzata.

Il Mate 30, realizzato per funzionare sulle nuove reti 5G, è il primo smartphone di punta che Huawei si appresta a lanciare da quando l’amministrazione Trump ha inserito la società in una blacklist a maggio, sostenendo che è coinvolta in attività che compromettono la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

“Huawei continuerà ad utilizzare il sistema operativo Android e l’ecosistema se il governo degli Stati Uniti ci consentirà di farlo – spiega a Reuters il portavoce di Huawei, Joe Kelly – Altrimenti, continueremo a sviluppare il nostro sistema operativo e il nostro ecosistema”. Nessun commento è arrivato dal dipartimento del commercio Usa. Huawei, spiega la testata, può probabilmente utilizzare una versione open-source di Android senza cadere nel bando statunitense, ma le app di Google possono essere utilizzate in solo con una licenza a pagamento al gigante dei motori di ricerca. “Senza i servizi Google, nessuno acquisterà il dispositivo”, dice l’analista Richard Windsor.