Quantcast

Matteo Renzi, chiesto il processo ai suoi genitori per fatture false

Matteo Renzi, chiesto il processo ai suoi genitori per fatture false tramite l’azienda di famiglia Eventi 6 e la Party srl nell’ambito dell’affare degli outlet The Mall del gruppo Kering (Gucci). La Procura della Repubblica di Firenze ha fatto richiesta al gip di rinvio a giudizio anche per il loro ex socio, il faccendiere pugliese Luigi Dagostino, che deve rispondere delle stesse accuse più di un’altra per truffa.

Maria Elena Boschi, Tiziano e Matteo Renzi – Foto: Fratelli-italia.it

L’inchiesta condotta dai pm fiorentini Christine von Borries e Luca Turco sta facendo luce su un incasso illegittimo di quasi 200mila euro ricevuto tra giugno e luglio 2015 dalle due società riconducibili ai genitori dell’ex presidente del Consiglio dei ministri ed ex segretario nazionale del Partito Democratico Matteo Renzi grazie a due fatture che gli inquirenti ritengono false e, soprattutto, ai magheggi di Dagostino. Secondo la ricostruzione dei pm, in particolare, i genitori dell’allora presidente del Consiglio, Tiziano Renzi e Laura Bovoli, si erano accordati con lo sviluppatore degli outlet, per emettere la fattura più rilevante, quella da 140mila euro oltre all’Iva, relativa a uno studio di fattibilità che però “non era mai stato effettuato”.