Quantcast

Matteo Salvini e Fabrizio Corona: scoppia la lite sui social

Matteo Salvini e Fabrizio Corona hanno avuto un duro scontro sui social, dopo che l’ex re dei paparazzi italiani ha dichiarato ai giornalisti di non sentirsi rappresentato né da Luigi Di Maio né dal leader della Lega.

Prima dell’udienza per il processo d’appello per gli 1,7 milioni trovati nel controsoffitto in Svizzera, il controverso personaggio tv Fabrizio Corona ha dichiarato ai cronisti: “Io non mi sento rappresentato da Di Maio e da Salvini. Se Salvini può fare il ministro dell’Interno, è come se io diventassi ministro della Giustizia, uguale. Con i ministri e i presidenti del Consiglio che ci sono adesso potrei fare il premier anche io”.

Il neo ministro dell’Interno ha condiviso un post con le dichiarazioni al vetriolo dell’acerrimo nemico di Barbara D’Urso e ha commentato: “Ci mancava pure Corona…”.

La controreplica dell’ex marito di Nina Moric non si è fatta attendere: “Ministro, mi fa piacere che ha letto le mie dichiarazioni. Le mancavo perché uno stato di ‘non diritto’ mi ha reso muto violando ogni legge della costituzione. Ma oggi ci sono. E presto, se vorrà , la inviterò per un confronto. Sa Ministro in galera ho conosciuto molte persone straniere e sa Ministro non tutti erano colpevoli o delinquenti… A presto. Corona, quello che mancava…”.

Per quanto riguarda la cronaca giudiziaria, il sostituto procuratore durante la prima udienza del processo d’appello al tribunale di Milano ha chiesto una condanna a due anni e nove mesi e la confisca dell’intero tesoretto. Il fotografo risulta imputato per i 2,6 milioni di euro in contanti nascosti nel controsoffitto dell’appartamento della sua collaboratrice e in una banca di Innsbruck, in Austria. “Il pg non ha capito un c****”, è stato il commento dell’ex re dei paparazzi.