Quantcast

Maurizio Gasparri attacca Gianluigi Buffon e Francesco Totti

Maurizio Gasparri ha ammonito il numero 1 della Nazionale italiana di calcio Gianluigi Buffon e il capitano della Roma Francesco Totti in un’intervista rilasciata al programma radiofonico La Zanzara. Il chiacchierato, discusso e popolare politico italiano ha duramente stigmatizzato le dichiarazioni rilasciate in questi ultimi giorni dai due fuoriclasse del calcio italiano. Non sono andate fatto giù le parole del pupone che ha pubblicamente dichiarato di votare il candidato del Partito Democratico a Roma, Roberto Giacchetti, alle elezioni amministrative 2016.

Maurizio Gasparri - Foto: Facebook
Maurizio Gasparri – Foto: Facebook

Il vicepresidente del Senato della Repubblica Maurizio Gasparri ha criticato senza peli sulla lingua il marito della star tv Ilary Blasi, Francesco Totti: “Io avrei evitato di dire certe cose. Tutti hanno letto quella dichiarazione come un appoggio a Giachetti. Sono contrario a campioni dello sport che fanno certe dichiarazioni. Doveva evitare – ha proseguito Gasparri –  perché la famiglia Totti comprò un palazzo ex Telecom che poi è stato subito affittato dal Comune per l’emergenza abitativa. Hanno comprato con la certezza di un guadagno garantito. E’ meglio non entrare in queste cose altrimenti uno poi si ricorda di certe cose, cioè la famiglia che ha fatto certe operazioni durante Mafia Capitale. Totti dovrebbe appartenere a tutti”.

Dopo le polemiche e la querelle social infinita con il rapper e giudice di X Factor Fedez, il presidente del gruppo parlamentare Il Popolo della Libertà al Senato della Repubblica nella XVI legislatura ha preso di mira i calciatori. Dopo la stella della Roma, Maurizio Gasparri ha riservato bordate e sciabolate anche al portierone della Nazionale italiana e della Juventus, Gigi Buffon.

“Buffon è diventato renziano – ha detto il senatore al programma di Radio 24 – forse per cancellare il suo passato di simpatizzante della destra estrema da giovane. Per espiare queste presunte colpe si è messo dalla parte di Renzi sul referendum, una cosa patetica”. Maurizio Gasparri ha bacchettato anche il numero 1 della Vecchia Signora perché secondo lui certi campioni dovrebbero evitare di prendere posizioni su tematiche politiche e non dovrebbero schierarsi politicamente né con il centrodestra né con il centrosinistra. “Buffon è un grande portiere – ha sottolineato -, ma il capitano della Nazionale che va agli Europei deve essere di tutti. E’ un giocatore simbolo, ha fatto una scelta poco coraggiosa. Si schiera col partito di Governo. Sta pure con una donna bellissima, è invidiato da tutti. Non ha bisogno di fare certe cose”.

Noi la pensiamo affatto così. Ognuno è libero di esprimere la propria opinione e il proprio pensiero soprattutto su questioni politiche che riguardano tutti i cittadini. Anzi sono davvero pochi i vip e campioni che si schierano pubblicamente a favore dei cittadini e contro la casta. Non viviamo in un Paese dittatoriale anche se molti politici e gli ultimi Governi, che tra l’altro sono stati creati a tavolino dall’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, stanno facendo di tutto per affossarlo sempre di più…