Quantcast

Mauro Icardi si tatua il nome della figlia sul petto

Mauro Icardi si tatua il nome della figlia sul petto

Mauro Icardi si è tatuato il nome della figlia sul suo petto. Il calciatore dell‘Inter è felice ed entuasiasta per la nascita della sua piccola principessa e come dimostra la foto pubblicata sul suo profilo Twitter ha deciso di dedicare il suo ultimo tatuaggio alla baby vip Francesca. La figlia del centravanti nerazzurro e della showgirl Wanda Nara è nata il 19 gennaio scorso. E’ la quarta figlia per la soubrette argentina dopo Valentino Gastón, Constantino e Benedicto nati dal suo precedente matrimonio con l’attuale attaccante del Torino, Maxi Lopez.

Quest’ultima settimana è stata piuttosto difficile per il fuoriclasse interista. Dopo la querelle con i tifosi dell’Inter al termine della pesante sconfitta contro il Palermo, il calciatore ha rilasciato una lunga intervista a SportWeek: “Sì, sono un po’ tamarro, me lo dice sempre anche il mio procuratore. Ma sono felice della vita che ho scelto. Ora ho quattro figli e sono responsabile. Spendo i soldi in macchine e orologi, marche Hublot e Audemars Piguet. Ho una Lamborghini bianca a cui voglio cambiare colore facendo una cosa un po’ strana, una Rolls Royce e un Hammer color oro, a cui ora faccio cambiare tutti gli interni. Finire nelle classifiche dei bad boys non mi fa né caldo, né freddo. Ogni tanto noi calciatori sbrocchiamo per l’adrenalina. Sei arrabbiato, sei carico, perdi 3-1 e tac, te ne vai fuori di testa. Siamo modelli di comportamento, me ne rendo conto, ma siamo anche persone e ogni tanto sbagliamo”.

Ama il calcio perché lo fa divertire e i dissapori con l’ex marito dI Wanda Nara, Maxi Lopez, sono ormai soltanto dei brutti ricordi. Non ha problemi a definirsi tamarro e ha lanciato un messaggio forte e chiaro ai suoi detrattori che l’attaccano e insultano sui social network.

“Io dico che la gente deve farsi i cazzi suoi prima di parlare – ha attaccato Mauro Icardi -, e pensare alla propria vita prima di quella degli altri perché nessuno è pulito al 100%. La fame non mi appartiene, ho l’ambizione di fare bene nel calcio, di avere una vita tranquilla e felice. Gli infelici sono quelli che ascoltano sempre gli altri – ha concluso -, io non ho mai ascoltato nessuno e infatti sono felicissimo”. Polemica chiusa? Stay tuned!