Quantcast

Milan, quasi fatta per Aquilani


Aquilani
e il Milan sembrano essere  destinati ad incontrarsi. Il  Liverpool sembra aver detto si all’offerta presentata dai rossoneri e quindi la trattativa dovrebbe essere in dirittura d’arrivo. Oltre tutto, ormai, i tempi per tutti sono abbastanza stretti. Mancano solo sette giorni alla chiusura del mercato e quindi tutte le trattative in corso, troveranno una definizione, in un modo o nell’altro, nelle prossime ore.

Il solo scoglio che si profila all’orizzonte per la cessione di Aquilani al Milan, potrebbe essere la buonuscita che il centrocampista ha chiesto al Liverpool, ma questa difficoltà sarà superata dai rossoneri che porterebbero l’ingaggio del giocatore dai 2 milioni pattuiti a 2,4 milioni a stagione.

A questo punto, ormai, sembra che le cose siano fatte e Allegri potrebbe poter contare su Aquilani sin da subito, praticamente in tempo per l’anticipo che  vedrà il Milan impegnato in Sardegna contro il Cagliari del presidente Cellino.
Il vuoto lasciato da Pirlo a centro campo, potrà quindi essere colmato da Aquilani. Allegri, infatti, potrà contare su di lui per la fase di possesso palla in mezzo al campo, fase che con l’assenza del regista ora della Juve, era venuta di fatto a mancare.

Il tecnico rossonero dovrà, inoltre, verificare anche le condizioni di Flamini che preoccupano non poco. Se il centrocampista francese non potesse tornare disponibile in tempi brevi, si parla di un interessamento del Milan nei confronti di Keita, il centrocampista del Barcellona che nei blaugrana sembra non poter trovare spazio vista la grandissima e numerosa concorrenza, e che concorrenza.

Si parla infatti di un presunto contatto tra il Milan e il Barcellona. Se poi le condizioni di Flamini dovessero essere gravi, non è escluso che Keita possa arrivare a Milano assieme ad Aquilani.
Il campionato è ormai alle porte, sciopero permettendo ovviamente, anche se tutto lascia prevedere una rapida soluzione della vicenda, come del resto è presumibile che tutti i club cercheranno di concludere le trattative che hanno in ballo.