Quantcast

Minions: il film sui piccoli cattivoni gialli

Chi ha visto Cattivissimo Me – uno e due – li conosce sicuramente: stiamo parlando dei Minions, i piccoli omiciattoli gialli che hanno come unica aspirazione quella di servire l’uomo più cattivo del mondo. Questa è la loro storia, al cinema dal 27 agosto, che prevede un doppiaggio da urlo: nella versione italiana troviamo infatti le voci di Luciana Littizzetto, Fabio Fazio, Alberto Angela, Riccardo Rossi e Selvaggia Lucarelli.

Ma di cosa parla il film? Minions racconta la storia di questi piccoli esserini che attraversano le ere geologiche per trovare e servire il padrone più cattivo del mondo, ma poiché sono troppo stupidi e maldestri riescono sempre ad eliminare il padrone che avevano scelto – perfino a causare l’estinzione del cattivissimo Tirannosaurus Rex!

Kevin, Stuart e Bob arriveranno fino in Inghilterra per cercare il padrone cattivissimo tanto bramato; incontreranno però la perfida e psicopatica Scarlett e tanti altri personaggi di contorno. Consigliato per le famiglie con molti bambini, che sicuramente apprezzeranno le gag e i siparietti comici realizzati da questi simpaticoni.

E, almeno al botteghino, i Minions hanno un grande successo: sono arrivati nelle sale italiane e hanno surclassato tutti gli altri film in programmazione, incassando 7 milioni e 163.000 euro con oltre un milione di spettatori, facendo segnare +131% negli incassi totali. Notevole, in particolare, la colonna sonora, che va dai Doors a Jimi Hendrix, Beatles, Who, Kinks, Stones, Donovan, e i continui riferimenti cinematografici, storici e musicali. Una menzione speciale, poi, va ad Alberto Angela che ha raccontato la storia dei Minion sin dalle origini della Terra: professionale e convincente come sempre, risulta difficile credere che questi ometti gialli siano del tutto frutto della fantasia degli sceneggiatori!

Una curiosità: originariamente nel copione di Cattivissimo me i Minions (termine che in inglese si traduce con “servi, tirapiedi”) erano descritti come “delinquenti, un esercito di tipi muscolosi“. Ma poi l’art director Eric Guillon ha trovato dei personaggi dall’aspetto più semplice: delle pillole con gli occhialetti da nuoto.