Quantcast

Mischa Barton “Quando fui ricoverata a forza nell’ospedale psichiatrico…”

Mischa Barton per la prima volta ha deciso di parlare pubblicamente in un’intervista del terribile esaurimento nervoso che nel 2009 la portò ad essere ricoverata anche contro la sua volontà in un clinica psichiatrica. Ora gli anni bui sembrano essere passati ma Mischa ha deciso di condividere quanto accaduto con i suoi fans “È stato terrificante, come fosse uscito da Ragazze interrotte” ha spiegato la star di The O.C. “Non ho mai pensato al suicidio. Lavoravo troppo ed ero depressa. Ma bastava che sfuggisse qualche parola in un momento concitato e ti ritrovi in quella situazione”

Nel 2007 iniziarono i guai con la giustizia di Mischa Barton che nel 2009 venne ricoverata contro la sua volontà in una clinica psichiatrica.

L’attrice ha rivelato cosa accadde quel giorno “Mi sono fatta operare per togliere un dente del giudizio. Ho avuto problemi con delle infezioni e per tre mesi ho ingerito solo frullati. È stato terribile. Allora sono arrivata al limite e sono andata all’ospedale, il dolore era lancinante. Ho il terrore degli aghi e volevano iniettarmi delle medicine”

“Io ho detto: “No, assolutamente no”. Allora ho litigato con l’infermiera e da lì mi ha messo nel 5150 [ricovero coatto nel reparto psichiatrico]. Dopo questo episodio, per molto tempo le persone mi hanno guardato con l’occhio storto e dicevano: “Quella è Mischa Barton: è pazza, no?””

Ora infine l’attrice è stata dimessa e il peggio sembra finalmente passato, tanto che Mischa Barton ha rivelato di sentirsi completamente guarita dall’esaurimento nervoso.