Addio a Karl Lagerfeld: il mondo della moda è in lutto

Addio a Karl Lagerfeld: il mondo della moda internazionale è in lutto per la scomparsa del leggendario “Kaiser”. Il celebre stilista, sarto, fotografo e regista tedesco aveva 85 anni ed era direttore artistico per Chanel e Fendi oltre che per il brand che portava il suo nome.

Karl Lagerfeld – Foto: Facebook

Lagerfeld si è spento questa ieri mattina all’ospedale americano di Neully, alle porte di Parigi, dove era stato ricoverato d’urgenza nella giornata di lunedì.

Il suo nome era da sempre associato alla sperimentazione e all’eclettica indipendenza di un creatore che, contrariamente agli altri, non si è mai legato a un solo brand, limitandosi a prestare il proprio genio a una varietà di etichette, anche tre in contemporanea. «Disegno come respiro – diceva lo stilista e fotografo tedesco -. Non chiedi di respirare, accade e basta. E se non riuscissi a respirare, sarei nei guai».

Pioniere della moda, gli aneddoti su di lui sono diventati leggende: come quando, per la nuova immagine, perse 42 chili in 13 mesi attraverso una dieta creata appositamente per lui che poi divenne un libro, The Karl Lagerfeld Diet. O come la sua chiacchierata e lunga relazione d’amore con Jacques de Bascher, incorreggibile dandy che morì nel 1989 a soli 48 anni.

Ad assicurare la successione, per ora, Virginie Viard, suo braccio destro da 30 anni. La celebre top model Claudia Schiffer ha scritto sul suo profilo Instagram: «Karl era la mia polvere magica, mi ha trasformato da una timida ragazza tedesca in una supermodella. Mi ha insegnato la moda, lo stile e come sopravvivere nel mondo della moda. Quello che Andy Warhol era per l’arte, lui lo era per la moda. È insostituibile. È l’unica persona che poteva rendere il bianco e nero pieno di colore. Gli sarò eternamente grata».

La direttrice creativa di Fendi, Silvia Venturini Fendi, ha ricordato così Karl, soprannominato Kaiser Karl per l’imponenza della sua figura nel panorama stilistico: «Sono profondamente addolorata perché oggi abbiamo perso un uomo unico e un designer senza uguali, che ha dato così tanto a Fendi e a me stessa. Ero solo una bambina quando ho visto Karl per la prima volta. Il nostro rapporto era molto speciale – ha spiegato -, fondato su un profondo e genuino affetto. Tra noi c’era un grande apprezzamento reciproco ed un rispetto infinito. Karl Lagerfeld è stato il mio mentore e punto di riferimento. Bastava uno sguardo per comprendersi l’un l’altro. Per me e per Fendi, il genio creativo di Karl Lagerfeld è stato e sarà sempre la luce guida che ha plasmato il DNA della maison. Mi mancherà moltissimo e porterò sempre con me i ricordi dei giorni passati insieme».

Redazione-iGossip