Barbara Palvin vittima di body shaming per la taglia 38

Barbara Palvin è stata vittima di body shaming per la taglia 38. In un tweet ha sottolineato con fermezza di non essere più magrissima come da adolescente e di non sentirsi per niente in sovrappeso. «Dire che l’autostima rende attraenti può sembrare banale, ma ne sono convinta. Il mio stile? È “casual chic”: jeans, t-shirt, sneakers, una bella borsa. Per sentirmi sexy punto sul maquillage, con un rossetto rosso e un illuminante per il viso. Riuscire a definire un look che davvero non mi appartiene è difficile: uscire dalla propria comfort zone con gli abiti (e non solo) è sempre istruttivo».

Barbara Palvin
Barbara Palvin – Foto: Facebook

La 25enne top model ungherese ha rilasciato un’intervista a Io Donna in cui ha rivelato qual’era il suo sogno nel cassetto da piccola.

«Da bambina pensavo di voler diventare avvocato – ha svelato la supermodella -. Perché? La mia bisnonna guardava serie televisive dove le protagoniste impegnate in una carriera giuridica sembravano le più intelligenti, le più forti e, per me, bellissime. Negli anni ho capito che non era dovuto solo a quell’attività – ha proseguito -, ma al fatto che erano donne capaci, appassionate del loro lavoro. E che sapevano farlo bene. Oggi, non inseguirei più quel sogno».

Com’è il suo rapporto con i social network? Responsabile, distaccato e serio. «Scelgo personalmente quali parti della mia vita e del mio lavoro mostrare – ha dichiarato la top model -, come comunicarli… Non sono dipendente dalla tecnologia, ma so che i social media fanno parte del mio lavoro. Se usati con intelligenza, possono essere uno strumento utilissimo».

Redazione-iGossip