Quantcast

Morte Antonello Zara: il padre “La vita di mio figlio vale 231 euro”

antonello-zara

Il padre di Antonello Zara, ex tronista di Uomini e Donne morto in un tragico incidente stradale, si sfoga in un’intervista “Aver strappato la vita a mio figlio è costato al suo assassino solo 231 euro di multa e una condanna a un anno, pena sospesa. Questo l’incredibile e ingiusto verdetto della giustizia italiana, sebbene il mio Antonello sia stato travolto da un automobilista che andava contromano e ben oltre i limiti di velocità” ha spiegato il padre del tronista.

Morte Antonello Zara: il padre “La vita di mio figlio vale 231 euro. E’ stato amazzato”

“Quello che è successo dopo è misterioso. A quel giovane è stato concesso di tornare a casa, nessuno gli ha fatto l’alcoltest o ha controllato se fosse drogato” ha spiegato il padre di Antonello Zara “Gli agenti si giustificarono dicendo che era stanco. Non è incredibile? Questa storia appare ancora più assurda se si pensa che a mio figlio, ormai morto, prelevarono il sangue proprio per accertare se fosse ubriaco. Non lo era: era perfettamente in sé […]”

Morte Antonello Zara: il padre “La vita di mio figlio vale 231 euro. Combatto per creare il reato di omicidio stradale”

“Quel che più mi fa rabbia è pensare che chi ha ucciso mio figlio non abbia mai pagato. Non dico che dovesse finire in carcere, ma sarebbe stato giusto che facesse alcuni mesi ai servizi sociali. Non ci ha mai neppure chiesto scusa. Antonello non c’è più, ma lo sento vicino: passo ore nella sua camera, da qui combatto per l’introduzione del reato di omicidio stradale, perché quello che è successo a me e a mia moglie Patrizia non accada ad altri: la vita di un ragazzo non può valere solo 231 euro.”