La musica ormai è solo in streaming

In Italia ormai si ascolta quasi esclusivamente musica in streaming, spesso pagando in abbonamento piattaforme come Spotify, Apple Music, Deezer, Google Play e TimMusic. E’ finita l’era dei CD? Gli appassionati di vintage, scelgono il disco in vinile.

A consacrare la vittoria dello streaming sono i dati Deloitte-Fimi dei primi sei mesi 2016, che mostrano come ormai l’Italia, in fatto di musica, si sia allineata al resto del mono.

104937778-1aa00c9d-e708-43fc-80c0-d29fdb4a06d7

Le vendite dei CD sono calate del 13%, viceversa si preferisce acquistare musica sul web a pagamento.

Se infatti la musica digitale ha segnato +20%, passando da 21,2 a 33,9 milioni di euro di vendite commerciali, è lo streaming che ha fatto segnare il balzo in avanti più importante. +51%, passando da 17,34 a 26,3 milioni. Di contro, le vendite fisiche hanno continuato a ridursi del 5% anche nel primo semestre 2016.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.