Marilyn Manson attacca i politici a Music: “Usano pretesti stupidi contro di me a loro vantaggio”

Marilyn Manson è stato l’ospite più atteso e chiacchierato della nuova edizione del programma tv di Canale 5, Music, condotto dal simpatico e irriverente showman Paolo Bonolis. L’ospitata della star musicale di Kill4me era stata duramente criticata e attaccata dall’associazione internazionale degli esorcisti e da numerosi telespettatori cattolici, perché come aveva sottolineato l’esorcista Antonio Mattatelli in diretta radiofonica a Radio Cusano Campus nel corso di ECG il 48enne cantautore e attore statunitense Brian Hugh Warner rappresenta l’icona mediatica più conosciuta del satanismo.

Marilyn Manson con Paolo Bonolis e Gianni Morandi – Foto: Facebook

Padre Antonio Mattatelli aveva invitato i fedeli a cambiare canale o a spegnere il televisore poiché la presenza del “Reverendo Marilyn Manson è pericolosa soprattutto per gli spettatori più deboli. Per loro potrebbe nascere uno stimolo all’emulazione. Penso soprattutto ai ragazzini e ai giovani. Questo potrebbe portare a forme di satanismo online o a forme di satanismo vero e proprio. Marilyn Manson è un pericolo, per quello che rappresenta”.

Il controverso frontman della band omonima, della quale è fondatore e unico membro stabile, si è presentato nello studio di Music di Paolo Bonolis ieri sera dopo le 22,30. Look più sobrio del solito per l’ex marito della modella di burlesque Dita von Teese che è stato intervistato da Paolo Bonolis su alcuni aspetti inediti della sua vita pubblica e privata.

Marilyn Manson si è soffermato sul suo nuovo disco Heaven Upside Down, che inizialmente doveva avere un altro titolo: Say10, che foneticamente è Satana. “Quando mio padre si è ammalato ed è morto ho scritto Heaven Upside Down – ha spiegato il celebre e influente artista americano – e ho pensato che questo brano potesse descrivere il disco in toto. Tu puoi guardare le stelle del cielo, ma anche il buio che le avvolge”.

Ha rivelato che da adolescente frequentava una scuola cristiana: “Per molti Roma e l’Italia rappresentano solo la religione, non l’arte, come per me. Io adoro Fellini e questo è il suo grande teatro”.

Ha elogiato The Young Pope e la sua analisi anche della politica USA: “Mi sono fortemente identificato con quella serie – ha detto Manson – sono andato una volta in Vaticano e sono stato aggredito. Era una donna grassa e mi ha detto di andare via. Io volevo acquistare qualcosa con l’effige del Papa, ma è stato davvero sgradevole”.

E’ stato accusato di atti osceni perché, come si legge da verbale, ha tirato fuori i genitali e li ha tirati sul pubblico. “Io sono un bersaglio facile per i politici – ha asserito Marilyn Manson -, usano pretesti stupidi contro di me a loro vantaggio, mi chiamano l’Antichrist Superstar”.

Prima di esibirsi sulle note di Sweet Dreams degli Eurythmics, Marilyn Manson si è fatto immortalare con Gianni Morandi e Paolo Bonolis per un selfie indimenticabile, che è diventato virale!