Marilyn Manson e Justin Bieber fanno pace

Marilyn Manson e Justin Bieber hanno fatto pace. Dopo l’intervista al vetriolo del Reverendo contro la popstar, il giovane canadese gli ha chiesto scusa. Lo ha dichiarato Manson in una intervista a Howard Stern, rivelando di aver ricevuto  un messaggio da Bieber, preoccupato dalle dichiarazioni durissime rilasciate dal Reverendo: “Amico, sono Bieber. Perché quell’articolo? – avrebbe domandato il canadese – Pensavo che il nostro incontro fosse stato piacevole. Se però qualcosa non ti è andata giù per via della t-shirt mi spiace molto. Mi spiace se ti sono sembrato uno stro… o se sono stato semplicemente uno stro…. Se lo sono stato, ti assicuro che non era mia intenzione“.

Marilyn Manson con Justin Bieber – Foto: Instagram

L’sms di Justin ha fatto subito cambiare idea a Marilyn e ha chiuso la polemica in fretta e furia: “Adesso siamo a posto. La gente ha trasformato questa cosa della maglietta in un finto scontro. Ribaltiamo la situazione, fanc… la stampa: facciamo qualcosa insieme. Sarebbe la cosa migliore. E non scusarti, non sei stato uno stro…“.

Qualche settimana fa il Reverendo si era tolto qualche sassolino dalla scarpa durante un’intervista a Consequence of Sound, citando quella volta in cui Justin l’aveva fatta fuori dal vaso. “Ho incontrato Justin Bieber e indossava la mia maglietta… Mi ha guardato e mi ha detto: Ti ho reso di nuovo famoso, grosso errore. È stato una vera mer.., un arrogante. E poi non la smette di toccarti“. La popolare e controversa rockstar aveva poi continuato: “Gli ho detto che sarei andato al suo soundcheck per sentirlo cantare. Ovviamente non mi sono mai presentato – aveva sottolineato Marilyn Manson -, ma lui era davvero convinto che sarebbe successo, è così stupido”. Non solo, la popstar aveva incassato anche i guadagni della vendita delle magliette: “Non hanno neanche protestato. Sapevano di avere torto e hanno subito pagato“.

Ora per la gioia dei fan di entrambi gli artisti è stata siglata la pace.