Michele Bravi coinvolto in un incidente mortale, il fratello della vittima: “Non ci ha nemmeno fatto una telefonata”

Michele Bravi è rimasto coinvolto in un incidente mortale, avvenuto giovedì 22 novembre in zona San Siro a Milano, in cui ha perso la vita una donna di 58 anni, Rosanna Colia, che era alla guida di una moto Kawasaki. L’artista e vincitore di X Factor guidava un’auto Bmw di un servizio di car sharing. Il bravissimo e popolare cantante Michele Bravi ha cancellato i concerti in programma e si è trincerato dietro il silenzio stampa.

Michele Bravi – Foto: Facebook

Tanti hanno inviato messaggi di vicinanza e incoraggiamento via social al vincitore di X Factor. Tanti altri hanno sottolineato che è giusto che il cantante debba pagare per quanto accaduto. Un suo fan ha scritto: “La legge non accetta ignoranza o distrazione ed è giusto che, qualora la ricostruzione fosse quella che è stata diffusa nei principali quotidiani, Michele paghi per ciò che, inconsapevolmente, ha causato. Non possono esistere i ‘ti sono vicino/a’ perché questo discorso andrebbe fatto ai parenti della vittima”.

Il fratello della donna morta, Enzo Colia, si è sfogato durante una recente intervista rilasciata al quotidiano Libero. “Non ha trovato nemmeno 5 minuti per farci una telefonata – ha dichiarato Colia -. Possiamo capire come stia lui in questo momento, è normale, però noi che dovremmo dire del nostro dolore? Eravamo una famiglia estremamente unita. Ha distrutto ben più di una famiglia. Noi non chiediamo niente – ha proseguito Enzo -, non ci interessa se gli danno uno, cinque o vent’anni di galera. Non gli portiamo nemmeno rancore, ma è possibile che dopo sette giorni abbiano trovato il tempo, lui e il suo staff, per un comunicato divulgato su giornali e social, e non cinque minuti per una chiamata?”.