The Weeknd contro i Grammy Awards: “Non permetterò più all’etichetta di presentare la mia musica”

The Weeknd si è scagliato duramente contro i Grammy Awards, rivelando la sua intenzione di autoescludersi da possibili nomination future. Il 31enne cantautore e produttore discografico canadese Abel Makkonen Tesfaye ha dichiarato al Times: “A causa di questi comitati segreti, non permetterò più alla mia etichetta di presentare la mia musica ai Grammy”.

The Weeknd – Foto: Facebook

Harvey Mason Jr., CEO ad interim di Recording Academy, ha risposto: “Siamo tutti delusi quando qualcuno è arrabbiato. Ma dirò che siamo in continua evoluzione. E quest’anno, come negli anni passati, andremo esaminare attentamente come migliorare il nostro processo di assegnazione dei premi, compresi i comitati di revisione delle nomination”.

Il celebre cantante aveva dichiarato a Billboard: “Se tu mi chiedessi, tipo, ‘Pensi che i Grammy siano razzisti?’ credo che l’unica vera risposta sia che negli ultimi 61 anni dei Grammy sia che solo 10 artisti neri hanno vinto l’album dell’anno. Non voglio fare questo discorso su di me. Questo è solo un dato di fatto. Guarda, personalmente non mi interessa più. Ho tre Grammy, che non significano nulla per me ora, ovviamente”.