Quantcast

Nadia Toffa torna in tv a Le Iene: “Sono felice di essere con voi”

Nadia Toffa è tornata ieri in tv a Le Iene. La conduttrice e inviata ha dichiarato di essere felice ed entusiasta del suo ritorno al programma tv di Italia 1. La conduttrice tv e inviata de Le Iene Nadia Toffa è apparsa più determinata che mai.

Nadia Toffa con gli altri conduttori e inviati delle Iene – Foto: Facebook

“Sono felice di essere con voi”, ha esordito Nadia senza soffermarsi a lungo sulle sue condizioni di salute e nemmeno sulle polemiche per il suo libro, Fiorire d’Inverno (Mondadori) in libreria dal 9 ottobre, accusata di aver parlato del tumore che l’ha colpita come di un dono.

Gli altri conduttori Giulio Golia, Matteo Viviani e Filippo Roma le hanno fanno notare che è in ottima forma e poi, prima che lei ha lanciato il primo servizio della serata, dedicato alla tragedia del Ponte Morandi di Genova, l’hanno abbracciano tutti insieme. “Un bell’abbraccio prima di cominciare ci vuole – hanno dichiarato – anche da parte di tutti quelli che sono a casa e che per tutta l’estate ci hanno chiesto di te”.

Nadia Toffa e il cancro

Negli ultimi giorni diversi utenti hanno accusato la presentatrice tv e inviata del programma di Italia 1, Le Iene, di aver banalizzato la battaglia contro il cancro nel suo libro e sui social. Altri fan le hanno rimproverato un’eccessiva semplificazione della malattia per via di alcune frasi, soprattutto “Il cancro è un dono” (che poi in realtà è “Ho trasformato una sfiga in un dono”) e “Ogni tumore è uguale, stesse difficoltà”. Il giornalista di Libero, Filippo Facci, ha parlato di spettacolarizzazione del tumore e alla sua trasformazione in core-businnes di un’attività pseudo-giornalistica.

Al Corriere della Sera Nadia Toffa ha precisato: “Non sono stata chiara: per me non è il cancro a essere un dono, ma è una sfiga che ho saputo trasformare in un dono, cioè la forza che ha saputo tirarmi fuori. Ho cercato di trasformare quest’accidente che ovviamente mai e poi mai avrei voluto, in un’opportunità per riuscire a conviverci”.

La conduttrice tv delle Iene ha spiegato di essere riuscita a rovesciare l’ottica della malattia per vederci un’opportunità e al tempo stesso provare a combatterlo anche in un’altra maniera.