Quantcast

Natale 2018: 54 milioni di pandori e panettoni in arrivo sulle tavole degli italiani

Gli italiani non rinunciano ai grandi classici delle festività Natalizie e si confermano grandi consumatori di pandori e panettoni per il Natale 2018.

Panettone e pandoro- foto amarc.ru

Assolatte conferma che saranno oltre 54 milioni le confezioni di panettoni e pandori che allieteranno le tavole degli italiani in questo Natale.

Il dato elaborato dall’Associazione Italiana Lattiero Casearia che riunisce gran parte delle industrie del settore deriva dalle rivelazioni dell’Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane (AIDEPI).

Stando all’analisi dell’associazione, poi, l’Italia sarebbe leader nel consumo di panettone e pandoro (circa 3 kg annui pro capite) in quanto Paese produttore.

Il Bel Paese vanta tantissime aziende dolciarie che sfornano ben 6.550 tonnellate di panettoni e pandori l’anno, di cui soltanto il 10% viene esportato all’estero.

Panettoni e pandori, l’eccellenza del made in Italy

Il difficile è riconoscere la produzione eccellente made in Italy. È per questo che Assolatte ricorda che questi prodotti da ricorrenza sono tutelati dalla Legge per garantire la qualità e l’originalità della produzione italiana.

Panettone e pandoro sono dolci lievitati in modo naturale che richiedono più impasti, temperature controllate e uno spazio apposito per il raffreddamento dopo la cottura.

Gli ingredienti dei dolci natalizi per eccellenza sono definiti per Legge mentre la percentuale di canditi e uvette può variare  entro certi limiti.

Per scegliere un prodotto di qualità è importante fare attenzione agli ingredienti usati nella preparazione dei lievitati come le uova fresche, il lievito naturale da pasta acida, lo zucchero e il burro (16% degli ingredienti del panettone e il 20% degli ingredienti del pandoro).

Le indicazioni del Decreto legge del 22 luglio 2015 stabiliscono le fasi di preparazione e intendono tutelare la tradizione dolciaria italiana dalle riproduzioni di scarso valore

Va ricordato, come precisa Assolatte, che l’unica eccezione consentita è la sostituzione del burro con il burro di cacao.

Produzioni industriali

La produzione artigianale di panettoni e pandori lavora parallelamente alla produzione industriale che porta nei supermercati dolci a prezzi contenuti.

Il tipo di lavorazione e l’obbligo di adoperare ingredienti di qualità previsto dal decreto hanno permesso alle grandi marche di raggiungere un buon livello qualitativo e realizzare produzioni a prezzi competitivi.

Per di più i panettoni e i pandori non subiscono il ricarico applicato agli altri prodotti in vendita e vengono utilizzati per attirare la clientela.

I panettoni industriali possono essere distinti in tre categorie in base al prezzo di vendita: la prima abbraccia i prodotti top confezionati con carta colorata e venduti a 11-13 €/kg, la seconda include i dolci dei brand più noti in confezioni di cartone multicolore e venduti a 5-6 €/kg e la terza comprende le produzioni firmate dalla catene dei supermercati. ma preparati dalle grandi aziende. vendute a 3,5-4,5 €/kg.