Quantcast

Nina Moric non demorde: è intenzionata a dare battaglia sull’affidamento del figlio Carlos

Nina Moric non demorde: è intenzionata a dare battaglia sull’affidamento del figlio Carlos. L’ha ribadito il suo avvocato Solange Marchignoli al termine di una sentenza del giudice della quarta sezione penale del Tribunale di Milano, che ha assolto l’ex top model croata per non avere commesso il fatto. La mamma vip di Carlos era stata denunciata per diffamazione da un suo follower con l’accusa di aver offeso la sua reputazione su Twitter nel luglio 2014.

Nina Moric – Foto: Facebook

«Quel profilo non era il mio — si era difesa in aula durante il suo interrogatorio l’ex moglie dell’ex re dei paparazzi italiani Fabrizio Corona — e ho aperto un profilo Twitter solo l’anno scorso, il giorno in cui ho compiuto 40 anni». E ancora: «Non l’ho denunciato a mia volta perché sono un personaggio pubblico. Non mi sono offesa, l’ho visto come un agnellino».

Il difensore dell’ex opinionista ed ex naufraga vip dell’Isola dei famosi, l’avvocato Solange Marchignoli, ha così commentato la sentenza: «Questo processo non doveva neanche esistere, l’uomo che l’ha accusata è un “personaggio in cerca d’autore”. Ma Nina è una combattente».

Intanto il figlio di Corona è stato affidato alla ex suocera, madre di Fabrizio Corona. «Corona può vederlo tutte le volte che vuole — ha affermato il difensore —. Il problema non è lui, ma che un ragazzino ha bisogno di entrambi i genitori». E ancora: «La mia assistita vede suo figlio solo una volta alla settimana, in presenza di un educatore e questo uccide ogni tipo di intimità. Per lei è una tragedia umana, aspetta la visita settimanale con lui come si aspetta il Natale».