Quantcast

Novara-Inter: è il giorno di Gasperini


Novara-Inter
, praticamente una delle ultime chance per Gasperini per cercare di convincere definitivamente Moratti a continuare a puntare su di Lui. Si tratta dell’ultimo appello. Certo,  una vittoria potrebbe dargli  maggior respiro in modo da avere la possibilità di lavorare con maggiore tranquillità con la squadra. Ma in caso di un pareggio o, peggio, di una sconfitta, la panchina potrebbe diventare effettivamente molto più che scomoda. Il patron dell’Inter, se ha avuto pazienza fino a questo momento, potrebbe esaurirla molto rapidamente, e allora il cambio sarebbe praticamente una questione di ore.

Le partite, ormai, si susseguono a ritmo di una ogni tre giorni, e questo se da un lato non favorisce certo Gasperini  che non ha modo di  far assimilare ai giocatori il suo gioco e i suoi schemi, dall’altro dà all’allenatore maggiori possibilità di poter ottenere qualche risultato interessante. Infatti, dopo il Novara, l’Inter è atteso dalla trasferta bolognese, due gare quindi abbondantemente alla sua portata, due gare nelle quali è possibile fare un buon risultato. Tuttavia, in caso negativo, le possibilità di Gasperini di restare sulla panchina dell’Inter, sarebbero ridotte praticamente a zero.

Nei giorni scorsi il tecnico dell’Inter, oltre a rimarcare più volte di godere della fiducia e del sostegno di Moratti, ha anche  portato a sua scusante, in un certo senso, una serie di errori arbitrali che avrebbero danneggiato l’Inter condizionando pesantemente i risultati.
Ora non ci saranno più attenuanti. Scontato il ritorno al cento dell’attacco di Pazzini, che tanto ha segnato con i nerazzurri nella passata stagione, in coppia con Forlan e con Sneijder alle spalle delle punte.

Recuperato ormai Chivu, che dovrebbe partire dalla panchina , restano ancora da recuperare Stankovic  e Maicon.
Il Novara, nella prima partita di A in casa davanti ai suoi tifosi, farà di tutto per guastare la festa all’Inter, e questo potrebbe inguaiare Gasperini.