Quantcast

Olio di cocco come struccante: si o no?

È ormai risaputo che struccare il viso prima di andare a dormire aiuta a sostenere la salute della pelle e a evitare la comparsa di inestetismi cutanei. Ma sappiamo davvero come struccarci? Perché è meglio non usare l’olio di cocco come struccante?

Struccarsi- foto yandex.com

L’uso dell’olio di cocco come struccante è stato sponsorizzato a lungo come un metodo naturale, sicuro e benefico, ma forse sarebbe meglio stare attente e non usare alcun olio come struccante.

Formula struccanti

Il perché è meglio non usare l’olio di cocco come struccante passa attraverso l’analisi di un prodotto appositamente studiato per rimuovere il trucco in modo semplice ed efficace ma senza rovinare la pelle.

Uno struccante è un prodotto composto a grandi linee da una base oleosa (sostanze grasse che devono sciogliere il trucco), una parte acquosa (acqua o sostanze che si disciolgono in essa) e tensioattivi (elementi importanti per la detersione).

In particolare, i tensioattivi si legano al grasso e all’acqua e tengono insieme sia la base oleosa che la parte acquosa, permettendo di intrappolare lo sporco e trascinarlo via attraverso l’azione dell’acqua.

Non usare l’olio di cocco come struccante

Usare l’olio di cocco come struccante significa venir meno alla formulazione dei prodotti struccanti. Olio e acqua, quindi, non bastano per struccare il viso.

L’olio, pur sciogliendo il grasso del sebo e del trucco, non può essere eliminato in mancanza di una base acquosa su sui aggrapparsi e l’acqua non riserva alcun effetto sul trucco in quanto non contiene elementi oleosi capaci di discioglierlo.

Se proprio si vuole usare l’olio di cocco come struccante allora è possibile usarlo sulla pelle umida oppure distribuito su un dischetto di cotone bagnato.

Si tratta di un’alternativa leggermente più efficace rispetto all’olio di cocco puro, ma l’assenza di tensioattivi costringerebbe a strofinare più del dovuto su zone delicatissime come il contorno labbra o il contorno occhi.

Olio “pesante” per il contorno occhi

L’uso dell’olio di cocco come struccante incontra diversi ostacoli determinati dal fatto che la pelle è recettiva verso le sostanze grasse e che strofinando l’olio sul trucco non si farebbe altro che favorire la penetrazione delle sostanze oleose in profondità.

Non bisogna dimenticare poi che l’olio di cocco, se pur classificato come “leggero”, risulta pesante per la zona super delicata del contorno occhi e rischia di compromettere la naturale bellezza dello sguardo.