Quantcast

Ombretti Scaduti: come capire quando buttarli?

La palette perfetta è qualcosa a cui ogni make-up addicted non vorrebbe mai rinunciare perché la fa sentire impeccabile in ogni occasione. Ma quando si può dire che gli ombretti scaduti sono proprio da buttare via?

Palette- foto consigli.it

Abbiamo già accennato alla durata degli ombretti quando abbiamo parlato della scadenza dei cosmetici (scadenza massima di 12 mesi per quelli in crema e 24 mesi per quelli in polvere), eppure non tutte le appassionate di make-up si sentono di buttare via la palette dopo così poco tempo, soprattutto se si tratta di prodotti di qualità.

Quando buttare gli ombretti scaduti?

Capire se gli ombretti sono ancora utilizzabili dopo la data di scadenza oppure se non c’è più speranza per gli ombretti scaduti è essenziale per sostenere la salute e la bellezza naturale della pelle e non incorrere in problemi cutanei chiaramente evitabili.

Il “Period After Opening”

Forse qualcuno non lo sa ancora, ma la Legge stabilisce che le case cosmetiche debbano indicare sulle confezioni dei cosmetici il PAO (“Period After Opening”), vale a dire la validità del prodotto dal momento dell’apertura (dai 3 ai 36 mesi).

Molto spesso si tende a pensare che la scadenza sia indicata soltanto per spingere verso un nuovo acquisto, visto che il prodotto continua a colorare alla perfezione.

Il “Period After Opening” è rigoroso quando si tratta di prodotti in crema, liquidi o BIO, ma per i cosmetici in polvere come gli ombretti può oscillare fino a quando non compaiono dei segnali che palesano l’impossibilità di usarli oltre, anche se sembrano perfetti.

Questo accade perché i batteri sopravvivono in un ambiente acquoso come quello delle formulazioni cremose e proliferino verso il centro mentre nelle polveri restano in superficie e non riescono a contaminare la parte più profonda dei prodotti.

Gli ombretti in polvere durano di più

Non è raro che gli ombretti in crema diventino “bifasici”, vale a dire che il liquido si separa in due parti, e non possano essere più utilizzati.

Gli ombretti in polvere, invece, promettono di durare molto di più rispetto agli ombretti in crema, fino a 2-3 anni senza conseguenze particolari (gonfiori, congiuntiviti e infiammazioni).

Ovviamente gli ombretti in polvere non durano per sempre anche perché, pur non creando l’ambiente ideale, non sono esenti dall’accumulo batterico.

Come capire se gli ombretti scaduti sono da buttare?

In linea generale è preferibile rispettare le date di scadenza dei prodotti e testare i cosmetici che hanno superato la scadenza indicata nel PAO.

Per capire se gli ombretti scaduti sono da buttare occorre controllare periodicamente il colore, la texture e l’odore: consistenza strana, cattivo odore, separazione della formulazione e cambio di colore per gli ombretti in crema e scrivenza minore, consistenza polverosa, patina scura sulla cialda e cattivo odore per gli ombretti in polvere.

Come far durare a lungo gli ombretti

Per fare durare più a lungo gli ombretti è bene non esporli a temperature troppo elevate e chiudere sempre le palette.

È essenziale lavare assiduamente i pennelli da trucco in modo da evitare di contaminare gli ombretti e cospargere germi sugli occhi.

Non bisogna dimenticare, poi, di spruzzare un po’di alcol sugli ombretti in polvere per combattere i germi rimasti in superficie.