Quantcast

“Pago è maschilista e omofobo”, l’attacco di Vladimir Luxuria e Barbara Eboli

Pago è finito al centro di aspre e durissime polemiche in Rete e non solo per aver utilizzato termini offensivi e omofobi nei confronti dell’attrice omosessuale Licia Nunez. Senza troppi giri di parole il cantante ha consigliato alla sua compagna Serena Enardu di non starle vicino perché è lesbica.

La fidanzata di Licia ha attaccato Pago ai microfoni di Fanpage.it: “Serena dice a Pago che Licia con lei è stata molto carina e lui risponde: ‘Te credo’. Nel 2020, da donna, da figlia, da sorella e da compagna che ha espresso il suo orientamento sessuale, trovo un atto di bullismo che la vicinanza di Licia a Serena venga additata come dettata da un piacere fisico. Sta passando un messaggio gravissimo. Si induce a discriminare chi non è eterosessuale. Pago, infatti, ha detto alla sua compagna di non stare vicino a Licia perché è omosessuale e pugliese”.

Per poi aggiungere: “Sono tre video. In uno lui dice, che ha votato Licia soprattutto perché è omosessuale. Serena gli chiede ‘E che c’entra? Anche Stefano (amico di Serena, ndr) è omosessuale’. E Pago le risponde: ‘Stefano è omosessuale maschio’. Perché c’è differenza tra omosessuale maschio e femmina? E’ ingiustificabile. Le parole di Pago sono una mancanza di rispetto verso una persona che è dichiaratamente fidanzata e che non si è azzardata a essere maliziosa. Non ti devi permettere, sei omofobico, ignorante e maschilista e io non lo giustifico”.

Dura la condanna dell’ex opinionista fissa del Grande Fratello e attivista per i diritti lgbt Vladimir Luxuria che su Twitter ha scritto: “Uno pensa che certi luoghi comuni Lgtb siano ormai superati e poi da Pago, un concorrente del GF Vip, sente cose tipo che per una donna è meglio non avvicinarsi ad una lesbica che per giunta è pugliese… Nessuna gelosia può giustificare tanto pregiudizio e ignoranza”.