Quantcast

Pamela Anderson in Italia per ricevere nomina di Contessa: le ultime news

Senza dubbio in molti la ricorderanno come una delle icone di Baywatch più affascinanti e prorompenti degli anni ‘90, tuttavia Pamela Anderson, nonostante abbia appeso al chiodo il costume da bagnina per indossare i panni di attrice e modella non è scomparsa dalle scene, intraprendendo delle cause inaspettate quanto nobili.

LOS ANGELES, CA - JANUARY 16:  Actress Pamela Anderson arrives to the 63rd Annual Golden Globe Awards at the Beverly Hilton on January 16, 2006 in Beverly Hills, California.  (Photo by Frazer Harrison/Getty Images)

La celebrità si è infatti recata recentemente proprio nel nostro paese, precisamente in territorio ligure, per ricevere l’investitura del titolo a “Contessa de’Gigli”, un’onoreficenza che le è stata offerta in seguito al suo costante impegno per la salvaguardia dei diritti ambientali ed animalisti in tutto il mondo, nonché per la sua collaborazione con l’associazione PETA.

La diva ha ottenuto il riconoscimento a Santa Margherita Ligure, reduce da un’ospitata speciale alle Fashion Night viennesi dove si trovava fino a qualche giorno fa. Gli impegni non le hanno impedito di ricevere l’investitura presso Villa Durazzo, dove è stata inoltre ringraziata pubblicamente per aver sostenuto moralmente e finanziariamente una campagna dedicata alla tutela di flora e fauna del Mar Mediterraneo.

Per completare il suo impegno, Pamela Anderson è inoltre stata ospite speciale di un gran ballo di gala, di cui l’attrice ha pubblicato istantaneamente le immagini in un coinvolgente bianco e nero sul suo profilo personale Instagram. Le fotografie la mostrano nei momenti in cui riceve il premio davanti alla corte di Villa Durazzo, sempre con il sorriso sulle labbra. Da vegetariana attiva per le cause animaliste a Contessa riconosciuta in ambito internazionale: da oggi si può finalmente dire che la Anderson non è più un semplice sex symbol della passata era di Hollywood, bensì una VIP interessata ed attiva per cause che coinvolgono tutti noi, in modo da dare fiducia a chi di noi, come lei, tiene sia ad un’alimentazione sana che alla difesa dei diritti degli animali e della natura.