Quantcast

Pietro Grasso di Liberi e Uguali: “No lo stop al canone Rai, sì all’abolizione delle tasse universitarie”

Pietro Grasso di Liberi e Uguali ha presentato alcune linee programmatiche del nuovo partito politico italiano all’assemblea nazionale a Roma. Ha ribadito il suo no all’abolizione del canone Rai e il suo sì all’abolizione delle rette universitarie. “Useremo ogni minuto per parlare ai cittadini delle nostre proposte – ha dichiarato Grasso – Lo faremo per ridare speranza al Paese con proposte serie e concrete a differenza delle irrealizzabili favole degli altri partiti. Se ne sono sentite: Renzi ha detto di voler abolire il canone Rai dopo averlo messo in bolletta. Berlusconi ne ha dette troppe, non riesco a pensare alla più clamorosa. Il discorso vale anche per Salvini e per i Cinque stelle. Siamo l’unica alternativa credibile”.

Pietro Grasso – Foto: Facebook

Il presidente del Senato della Repubblica ha spiegato: “Altri aboliscono le tasse, noi aboliamo il precariato. Ma le tutele non servono a nulla se non c’è il lavoro. E allora dobbiamo investire lì dove il lavoro possiamo davvero crearlo”.

Qual è la mission di Liberi e Uguali? “Lotteremo per i molti non per i pochi – ha spiegato Grasso – Il nostro impegno non finirà il 4 marzo, abbiamo un progetto molto più ambizioso. Ci aspettano settimane di intensissimo lavoro: è solo l’inizio per cambiare l’Italia, per dare una svolta. Vedo gente rassegnata – ha continuato -, impaurita, delusa, con lo sguardo basso. I populismi soffiano sulle paure e noi abbiamo il coraggio di reagire e porre rimedio a tutto ciò. Siamo eredi degli uomini e delle donne che 70 anni fa ci liberarono dal fascismo dandoci la libertà, siamo orgogliosi di credere nella democrazia parlamentare e pronti a lottare fino in fondo per realizzare i principi della Costituzione“.