Quantcast

Pillole trovate in casa di Prince

Si continua ancora a indagare sulla morte di Prince. Sono state di recente analizzate le pillole sequestrate nella residenza di Prince a Paisley Park.

Si tratta di stupefacenti contraffatti che contengono l’antidolorifico fentanyl, oppioide sintetico 50 volte più potente dell’eroina, la cui overdose accidentale ha causato la morte di Prince.

Ad affermarlo è la stampa USA, citando un investigatore sotto anonimato. Molte pillole erano falsamente etichettate come ”Watson 385”, una dicitura usata per identificare pastiglie contenenti un mix di paracetamolo e idrocodone.

Le pillole erano ovunque: in bottiglie di vitamina C e aspirine, nascoste in una valigia e in alcune borse, compresa una che Prince portava spesso con sè. Prince non aveva alcuna prescrizione per sostanze del genere nello stato del Minnesota nei 12 mesi prima della sua morte. Come avrà fatto il musicista ad ottenere queste droghe?