Quantcast

Prada dice stop alle pellicce animali dalla primavera 2020

Prada dice stop alle pellicce animali dalla primavera 2020. Per Miuccia Prada si tratta di un traguardo importante per un gruppo che ha in innovazione e responsabilità sociale i suoi valori fondanti.

Prada entra nella famiglia ‘fur-free’. Dalle collezioni donna della primavera/estate 2020 il gruppo italiano del lusso quotato ad Hong Kong non userà più pellicce animali per realizzare nuovi prodotti. La decisione è stata annunciata con la Fur Free Alliance (Ffa, che riunisce oltre 50 organizzazioni in più di 40 paesi) ed è frutto di un dialogo positivo tra il Gruppo, Ffa, Lav e The Humane Society of the United States.

“La ricerca e lo sviluppo di materiali alternativi – ha spiegato Miuccia Prada – consentirà all’azienda di esplorare nuove frontiere della creatività e di rispondere, allo stesso tempo, alla domanda di prodotti più responsabili”.

La notizia è stata accolta con grande entusiasmo e gioia dagli animalisti di tutto il mondo.