Quantcast

Qatar finanzia il terrorismo internazionale: si spacca la Nato araba

Qatar finanzia il terrorismo internazionale: è crisi nel Golfo con la Nato araba che si è spaccata. Arabia Saudita, Bahrein, Egitto, Yemen, Emirati Arabi Uniti e Maldive hanno rotto i rapporti diplomatici con il Qatar, chiudendo tutte le frontiere aeree e terrestri verso la nazione, accusando l’emirato di compromettere la sicurezza dei suoi vicini e di finanziare il terrorismo. I quattro Paesi arabi hanno chiuso le frontiere e chiesto ai cittadini del Qatar di lasciare i propri territori entro due settimane.

Doha Corniche – Foto: Wikipedia.org

Il ministero degli Esteri saudita, ha cinguettato: “Per difendere la sicurezza nazionale dalle minacce del terrorismo e dell’estremismo, l’Arabia saudita ha deciso di tagliare le relazioni diplomatiche e consolari con lo Stato del Qatar”. Tra le ragioni indicate ci sono le accuse di sostegno ad Al Qaeda e all’Isis.

L’Arabia Saudita ha sottolineato in un comunicato che il Qatar sostiene e protegge numerosi gruppi terroristici che minano a destabilizzare la regione, come i Fratelli musulmani, l’Isis e Al Qaeda: “Il Qatar diffonde tramite i suoi media la visione e i progetti di questi gruppi, sostiene le attività di gruppi appoggiati dall’Iran nella regione saudita di Qatif e in Bahrain”.

Lo Yemen, guidato dal presidente Abd Rabbo Mansur Hadi, ha annunciato la rottura dei rapporti diplomatici con il Qatar, accusandolo di sostenere i ribelli sciiti Houthi, vicini all’Iran.

Intanto da diversi giorni è esplosa la psicosi in Qatar, con i cittadini che stanno prendendo d’assalto i supermercati e le banche.