Quantcast

Quali sono errori di make-up che possono provocare l’acne?

L’acne è un’infiammazione che provoca notevoli problemi imbarazzanti sia in età adolescenziale che in età adulta dal momento che esistono alcuni errori nelle operazioni di trucco e strucco che possono favorire il fastidioso problema. Quali sono gli errori di make-up che possono provocare l’acne?

Quali sono errori di make-up che possono provocare l’acne?- foto femina.in

L’infiammazione dei follicoli piliferi e delle ghiandole sebacee annesse che provoca lesioni, pustole, punti bianchi o neri, cisti superficiali e altri problemi denominati con la parola “acne” può essere provocata da alcuni comportamenti ed errori banali di make-up.

Prima di ricorrere a trattamenti anti-acne da banco o rivolgersi a un dermatologi basta apportare alcune modifiche nelle operazioni di make-up.

Errori di make-up che possono provocare l’acne

Non resta che scoprire quali sono i più comuni errori di make-up che possono provocare l’acne!

Fondotinta

Le formulazioni dei fondotinta possono contenere alcuni ingredienti che occludono i pori e favoriscono la proliferazione dei batteri responsabili dell’acne.

È preferibile usare un fondotinta che riporta la dicitura “non comedogenico”, “ipoallergenico” o “prodotto a base minerale” per evitare l’ostruzione dei pori.

Coprire i brufoli

Continuare a coprire gli inestetismi dell’acne con altro fondotinta in attesa di guarire è un comportamento che non solo non consente di far ossigenare la pelle ma crea ulteriori irritazioni cutanee.

In questo è preferibile usare un trattamento anti-acne prima di procedere con l’applicazione del fondotinta per evitare di mettere il trucco direttamente sul poro aperto e prevenire la comparsa di infezioni.

Truccarsi con le dita

Le mani possono nascondere germi e batteri anche se apparentemente appaiono pulite e profumate. Applicare i prodotti di make-up con le dita rischia di irritare la pelle e dare origine all’acne.

È meglio usare un pennello o una spugnetta appositamente studiati per applicare i prodotti di make-up, senza trascurare però le fasi di pulizia dell’uno o dell’altro accessorio.

Pennelli e applicatori sporchi

I pennelli e gli applicatori trucco rappresentano una fonte inesauribile di batteri e per questo devono essere trattati come si farebbe con i capelli ovvero lavati e idratati almeno una volta a settimana.

Basta lavare le setole con acqua calda e sapone premendo via le setole fino a quando l’acqua non diventa chiara per mantenere il prodotto morbido sul viso e a prova di batteri e germi.

Struccarsi

Molte donne continuano a usare solo le salviettine struccanti per rimuovere il make-up prima di andare a dormire.

In realtà, le salviettine sono insufficienti per eliminare tutte le particelle di sporco che sono rimaste intrappolate a livello dell’epidermide.

In questo caso è meglio sostituire le salviettine stuccanti con prodotti specifici oppure procedere con una seconda operazione di prima di andare a dormire.