Quantcast

Quali tonalità di rosso scegliere per il 2017?

Niente paura, non ce lo siamo dimenticati! Il colore rosso rimane sempre nei nostri cuori e, anche per questo inizio 2017, si propone come una colorazione presente e di grande tendenza. Le tinte, ovvero le sfumature scelte per il rosso di questa stagione sono, però, molto particolari e meritano di essere conosciute perché rivelano classe e charme. Sull’onda della scelta del marsala come colore pantone dell’anno, gli esperti del colore sembrano però prediligere i toni smorzati, non troppo audaci e guardano al rosso non più come una scelta di ribellione, ma come una colorazione sofisticata che dona alle donne di tutte le età. Ma vediamo quali sono le proposte di colorazione per questa stagione in merito alla palette dei rossi:

– il rosso red merlot. Il vino rosso ha da sempre ispirato le colorazioni per i capelli, ma mai come in questo caso le sfumature assomigliano alle venature che possiamo notare su una buona bottiglia di merlot rosso. Si tratta di una colorazione rossa ma che tende al scuro e che viene applicata non solo a tutta la capigliatura ma anche alle punte e alle estremità, per renderle più charmante e interessanti. Bella la proposta di Tony& Guy che applica questa colorazione sui tagli corti e geometrici, rendendoli più vivaci e infinitamente più interessanti.

– il rosso grunge. Lo abbiamo visto sulle sfilate di Alberta Ferretti e ci è subito piaciuto. Si tratta di un rosso un po’ sbiadito, che ricorda le colorazioni home made e molto grunge degli anni ’90. La colorazione è quasi vicina al bordeaux ma ciò che la rende d’effetto è l’unione con capelli lunghi, un po’ spettinati e rigorosamente acconciati con una bella riga centrale. Per le nostalgiche e per ama le mise semplici e d’effetto.

– il rosso multiplo. Ecco, questa proposta non l’avevamo mai vista ma sembra stia conquistando il mondo delle acconciature. Si tratta di una colorazione che mescola un paio di tipologie di rossi e che viene quindi applicata ad un taglio scalato. Grazie alla presenza di pigmenti presenti nella colorazione, la scalatura del taglio crea effetti iridescenti, che arrivano a proporre ben cinque tonalità di verse di colore, visibili soprattutto nelle sezioni delle punte. Si tratta, quindi, di un rosso multisfaccettato, che gioca con i toni scuri ma che a seconda della luce presente nell’ambiente sa scaldarsi e anche ravvivarsi, ideale per l’estate e anche per la primavera, insomma per le stagioni luminose.

– il rosso ciliegia. Il rosso ciliegia annovera dei pigmenti rosati al suo interno. Si tratta di un colore molto speciale, che dona alle donne che hanno un incarnato roseo oppure diafano (del resto è così per tutti i rossi!). Il ciliegia sta benissimo a chi sceglie un taglio vintage, vicino allo stile ’50, ma anche a chi porta capelli corti, in quanto ravviva l’insieme e lo rende molto più brioso. La percentuale di pigmenti rosati determina l’audacia della tinta e chi desidera un ciliegia smorzato può optare per una colorazione meno intensa e più vicina al mogano.