Quantcast

Quarto Grado, Gianluigi Nuzzi contro Piera Maggio: “Non ci facciamo dettare la scaletta”

Quarto Grado è tornato a parlare del caso di Denise Pipitone. Il giornalista e conduttore tv Gianluigi Nuzzi si è scagliato contro Piera Maggio. “Noi di Quarto Grado abbiamo un patto con voi del pubblico – ha esordito il conduttore tv -. Questo patto ha una regola: la notizia prima di tutto. E cosa vuol dire? Significa che noi non nascondiamo nulla, rispettiamo tutti e non abbiamo la presunzione di risolvere i casi. Possiamo avere un ruolo di stimolo delle indagini, raccontando tutto quello che succede. Questo lo possiamo fare senza farci dettare le scalette e i temi da nessuno. Se non dalla cronaca. La priorità è quella dei fatti. Questo è il patto che abbiamo con noi”.

Il conduttore tv di Quarto Grado ha aggiunto: “Ho una parola in mente e che mi ripeto: rispetto. Rispetto delle vittime e dei parenti. Noi non inseguiamo i gossip e i ‘si dice’. Seguiamo i fatti, le testimonianze, le sentenze e le motivazioni. Parliamo del materiale che gli inquirenti forniscono. Dico questo con un groppo nel cuore. Da quando io conduco Quarto Grado ho un grande e unico rammarico. Ed è quello di non essere stato presente quando è scomparsa Denise. Se noi ci fossimo stati avremmo presidiato la giustizia e la verità. Qui le indagini sono state fatte malissimo, ma noi non eravamo in onda all’inizio di questa storia“.

La replica della mamma di Denise Pipitone è stata immediata sui social. Piera Maggio ha scritto su Twitter: “Siamo stupidi? …ANDREMO AVANTI… Nelle sedi opportune”.

Durante la penultime puntata di Quarto Grado, la mamma di Denise Pipitone era andata su tutte le furie poiché l’opinionista Carmelo Abbate aveva difeso a spada tratta Anna Corona e Jessica Pulizzi, rifilando stoccate durissime a Piera Maggio. Ora è guerra aperta tra Piera Maggio e la trasmissione di Rete4.