Quantcast

Quo Vado, arriva il nuovo film di Checco Zalone

Arriva nelle sale, precisamente il giorno di Capodanno 2016, il quarto film di Luca Medici, in arte Checco Zalone, Quo vado. Polemiche con Star Wars a parte (si diceva che Zalone avesse spostato la data del suo film per far posto al kolossal Disney), Quo Vado si appresta a fare il botto, come sempre per il comico pugliese, in questo inizio d’anno.

Il film, ancora una volta, racconta le difficoltà dell’italiano medio. Questa volta saranno narrate le vicissitudini di un dipendente pubblico, che per non perdere il posto di lavoro accetta di cambiare continuamente sede. “Fino a dieci anni fa il posto fisso era la mia massima ispirazione: ho fatto anche un concorso per diventare vice ispettore di polizia, per fortuna mi hanno scartato”, racconta Zalone. Gennaro Nunziante, il regista, spiega che “negli anni Sessanta la democrazia cristiana ha salvato l’Italia grazie a massicce assunzioni di impiegati pubblici. L’attuale mondo del lavoro mostra le sue fredde complessità a un paese che fa ancora richiesta di modelli assistenzialisti. Quo vado? è il racconto di un tempo in bilico tra certezza e incertezza dove Checco, figlio di quella mentalità assistenzialista, deve provarsi a vivere”.

Il posto fisso non esiste più, sono in tanti a ricordarcelo, e anche Checco Zalone in questo film farà i conti con la dura realtà, la realtà del precariato e del lavoro che non c’è. Addirittura, pur di non perdere il suo amato posto, Zalone andrà fino in Norvegia e in Africa, disposto a tutto per conservare quello status sociale tanto faticosamente guadagnato.

Sarà difficile eguagliare il successo di Sole a catinelle, e Zalone lo sa bene: per ora, godiamoci il Capodanno e guardiamo il – sicuramente divertente – film Quo vado, per fare tutti i conti e i bilanci ci sarà tempo. Buon anno a tutti!