Quantcast

Raffaella Fico in lacrime al GF Vip: “Mario Balotelli mi cacciò di casa quando ero incinta”

Raffaella Fico è scoppiata in lacrime ieri al Grande Fratello Vip 6 durante la terza puntata del reality show di Canale 5, condotto dal giornalista e conduttore tv Alfonso Signorini. Nella Mistery Room ha raccontato la sua storia travagliata e dolorosa con quello che definisce il più grande amore della sua vita, l’ex calciatore di Inter e Milan Mario Balotelli: “Ero incinta e mi cacciò di casa”.

La vincitrice di Miss Grand Prix 2007 ha parlato di quando nel 2008 entrò per la prima volta al Grande Fratello e trovò la notorietà: “Quella che vedo in queste immagini è una bambina. Un po’ dentro sono sempre io, ma inevitabilmente la vita ti mette davanti a certe cose, davanti a certe prove e tu, anche contro la tua volontà, sei costretta a crescere più velocemente possibile”.

Alfonso Signorini ha poi chiesto di SuperMario e l’ex naufraga vip dell’Isola dei famosi ha parlato di “amore totalizzante” e ha aggiunto: “Ho avuto altre persone dopo di lui, ma non mi sono mai data così tanto come con lui, non ho mai amato nessuno come lui”.

La gieffina vip napoletana ha poi rivelato: “Mario è un ragazzo molto profondo, che ha avuto delle problematiche. Queste problematiche lo hanno portato ad apparire per quello che non è. L’ho conosciuto che avevo solo 21 anni. Non è stato subito un colpo di fulmine, a lui sono piaciuta tantissimo, invece. Cominciò a corteggiarmi, tu non lo diresti, ma mi ha corteggiata. Al primo appuntamento, mi ha persino regalato delle rose rosse”.

Poi ha parlato della gravidanza: “Non sono rimasta incinta. Abbiamo cercato un figlio insieme, lo abbiamo voluto ed è arrivato. C’è stata una situazione dietro brutta, lui non voleva più la bambina, poi la voleva e poi non la voleva. La situazione che abbiamo vissuta è stata abbastanza pesante. Abbiamo impiegato sette mesi per avere Pia. Io dico sempre che la nostra relazione è stata una relazione affollata e troppe persone ci hanno messo il becco. In fondo, eravamo giovanissimi”.

Ha poi asserito: “Andai a casa sua in Inghilterra, quando giocava a Manchester, ero incinta e lui non mi aprì la porta. Era dentro, c’era sua mamma, c’era suo fratello. Lui chiamò la Polizia e io mi allontanai con le Forze dell’Ordine. Fu un giorno molto doloroso, ma adesso l’ho perdonato e lui è cambiato”.

Oggi SuperMario è molto diverso rispetto al passato:  “Adesso ha ammesso che eravamo molto giovani. Probabilmente, abbiamo sbagliato entrambi. Oggi siamo come fratello e sorella, ci raccontiamo tutto, quando io conosco qualcuno o lui. E poi abbiamo Pia, lui è attaccatissimo a lei”.

Lacrime anche per la sua mamma, scomparsa da poco: “Era la mia migliore amica”.