Quantcast

Reja soddisfatto della su Lazio è fiducioso per il futuro


Reja
  può essere felice di quanto la sua Lazio è riuscita a fare a San Siro contro i campioni d’Italia, anche se un pizzico di rammarico per la mancata vittoria c’è sempre. Per come si erano messe le cose, il tecnico goriziano ci sperava, sentiva che quella vittoria che manca alla Lazio a San Siro da 22 anni era li a portata di mano, bisognava solo mettere i tre punti in cassaforte e tornare a casa. Ma si sa, il diavolo, mai adagio fu più azzeccato, ci avrebbe sempre potuto mettere la coda, cosa che puntualmente ha fatto.

Eppure, anche dopo il pareggio di Cassano, la Lazio avrebbe potuto avere l’occasione di tornare in vantaggio e di portare a casa i tre punti con una occasione che Cissè non è riuscito a concretizzare, ma va bene così.  Risultato giusto e un punto ciascuno, anche se Allegri non è dello stesso avviso. “Per quello che si è visto nella ripresa”, dice il tecnico rossonero, “avremmo meritato i tre punti”.

Ovviamente, Reja le pensa diversamente, ma il calcio è bello proprio per questo. Ciascuno la vede dal proprio punto di vista e, alla fine, è libero di pensarla come meglio crede.

“Abbiamo iniziate bene, e infatti abbiamo messo il Milan sotto due volte”, dice Reja, “ma poi siamo man mano calati e nella ripresa non avevamo più gamba. Siamo a corto di preparazione, è normale, siamo appena all’inizio, e inoltre fa ancora caldo, e quindi ci sono venute a mancare le forze. Ma va bene così. Siamo venuti a Milano e ce la siamo giocata, e per poco non ci riusciva di fare il colpaccio. Abbiamo sofferto un po’ sugli esterni, ma questo lo sapevamo in quanto i rossoneri sono molto bravi sulle fasce. Quello che dobbiamo migliorare è la fase di recupero palla, perché poi davanti abbiamo diverse soluzioni”.